in ,

Fiorentina News: il decalogo di Paulo Sousa per far rinascere la Viola

Sin da quando è apparso per la prima volta sul palco di Moena alla presentazione della squadra si è subito capito che Paulo Sousa ci avrebbe messo pochissimo tempo a conquistare la Fiorentina e i suoi tifosi. Dai primissimi istanti di allenamento Sousa si è guadagnato il rispetto e la fiducia dei suoi giocatori. Il merito di Sousa è stato quello di mettere in chiaro fin da subito alcune regole fondamentali e uguali per tutti. No ai favoritismi, no ai trattamenti speciali, soltanto così diventa più facile far emergere il valore dei singoli.

La prima regola imposta dal tecnico portoghese della Fiorentina riguarda la colazione. In prossimità delle partite o durante particolari momenti della stagione è obbligatorio fare colazione tutti insieme, mentre per gli altri giorni è solo “consigliata”. Il pranzo, invece, deve essere di squadra ed è un’ottima occasione per cercare di cementificare il gruppo, aspetto sul quale Sousa punta tantissimo. Fondamentale nella mentalità di Paulo Sousa è l’equilibrio: tra esigenza collettiva ed individuale, proprio ciò che fa la differenza.

Un altro aspetto fondamentale del Sousa pensiero è la psicologia. Durante la partita le sue urla si sentono per tutto lo stadio, è un martello costante e se ti fermi rischi il posto. Durante gli allenamenti, invece, Sousa si ferma con ogni singolo giocatore a parlare, spiegare cercando di toccare le corde giuste di ogni calciatore. Ultimo aspetto, ma non per ordine di importanza, è l’ironia. Molti giocatori della Fiorentina raccontano che il mister fa spesso battute, intanto la Viola diventa sempre di più a immagine a somiglianza di Paulo Sousa.

scattone docente

Scattone, il condannato per omicidio insegnerà alle superiori: è polemica

pecore in erba recensione

Pecore in erba recensione, Venezia 72: satira contro il populismo, ma Lercio è meglio