in

Fiori di campo: ecco cosa colora maggio

La primavera colora i prati  con tutta la gamma dei colori dai più brillanti ai delicati. Giallo, rosso, blu, viola, bianco, lilla. Maggio sembra che abbia rovesciato una vera e propria tavoletta da pittore nell’erba! Meraviglia e pace per gli occhi. Basta una breve passeggiata a risollevare il piacere di tutti i sensi e farci dimenticare per un po’ la città, quasi forzatamente primaverile… I colori sono meravigliosi nei campi, ma se vogliamo possiamo farne mazzolini e riportarne un po’ a casa  e abbellire i nostri spazi, oppure farli seccare per poi usarli in lavori di fantasia (quadretti, carta decorativa, segnalibri).

prato di papaveri

Maggio offre a noi, e a tutti gli insetti che adesso “lavorano”, piccole e bianche margheritine di campo, i fiori di Veronica (conosciuti anche come “occhi della Madonna”), il giallo tarassaco, la dolce camomilla, il botton d’oro che con il suo giallo-dorato illumina i campi, e i fiori del trifoglio. Quest’ultimo, all’interno della stessa famiglia, ha molte varietà e fiorisce in differenti tonalità inaspettate di viola, rosso, bianco! A volte ci capita di vedere estesi prati rossi, tutti completamente tempestati di papaveri leggeri e vellutati che con il vento si muovono morbidi. Oppure nascono uno qui e uno là a ricordare la loro presenza! Le campanule, sfumate blu, azzurro, viola più scuro e chiaro, si aprono sopra uno stelo esile, nelle zone ombreggiate.

Ovunque andremo noteremo fiori differenti, il clima, l’esposizione, l’altitudine e il terreno fanno di ogni angolo naturale uno spettacolo perfetto. Molte erbe di campo e fiori si possono mangiare od usare in infusi e tisane, ma se non le ri-conosciamo bene stiamo attenti!

photo credit: Dorilys via photopin cc | Uberto via photopin cc

Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis di nuovo single: l’annuncio con un comunicato ufficiale

vigneto

Acqui Terme, benessere ed enogastronomia