in ,

Firenze carabinieri accusati di stupro: il video di quella notte e la chat sibillina di una delle vittime

Firenze carabinieri accusati di stupro: ieri sera 24 novembre la trasmissione “Quarto Grado” ha proposto il video esclusivo che ritrae le due ragazze americane che hanno raccontato di aver subìto uno stupro da parte di due agenti dell’Arma, il carabiniere scelto Pietro Costa e l’appuntato Marco Camuffo. I fatti risalgono allo scorso 7 settembre.

Il 22 novembre scorso si è svolto l’incidente probatorio che ha cristallizzato le deposizioni delle due ragazze, utilizzate come prova nell’eventualità che i due militari siano rinviati a giudizio e quindi processati. Dodici estenuanti ore nelle quali le studentesse hanno ripercorso i fatti e raccontato di essere state stuprate nel pianerottolo di casa dai due carabinieri che le avevano riaccompagnate a casa, sull’auto di servizio, dopo la discoteca. Una delle due, tanto era provata nel ricordare l’accaduto, ha avuto un mancamento alla fine della deposizione.

I rappresentanti delle forze dell’ordine sono accusati di violenza sessuale, negano ogni addebito e parlano di “rapporto consensuale”. La trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, ha proposto i risultati di una perizia compiuta sui cellulari delle due ragazze. Una delle due aveva già ammesso di essersi scambiata il numero di telefono con il carabiniere Pietro Costa; l’altra, secondo quanto emerso, aveva memorizzato in rubrica il numero dell’appuntato Camuffo, salvato alle 3:21 della notte, quindi dopo il presunto abuso. Non è possibile però sapere con certezza chi ha davvero salvato quel numero tra i contatti telefonici.

Tutte le news di cronaca su UrbanPost, leggi 

Sebbene dall’alcotest sia emerso che entrambe le studentesse avessero bevuto molto quella notte, le ragazze hanno negato, ammettendo di avere bevuto un bicchiere di vino a cena e poi un drink a testa in discoteca. In particolare, gli esami del sangue della studentessa che accusa Costa riportano un tasso alcolemico di 1,4 alle 9 del mattino seguente; valore nel corso della notte certamente più alto. I risultati degli esami dell’amica mostrano, invece, valori addirittura maggiori. Ma quando le due avrebbero bevuto così tanto? Il video qui sotto che le ritrae uscire dalla discoteca non mostrerebbe due donne barcollanti, piuttosto due persone sicure nel passo, che nonostante i tacchi camminano spedite.

Quarto Grado ha mandato in onda anche il contenuto di alcune chat recuperate sui cellulari delle due americane. La prima risale alle 4:40 della notte (mentre erano al pronto soccorso)  è tra una di loro e un’altra amica. Ecco lo scambio di battute alquanto sibillino e ora al vaglio della magistratura che indaga sul caso:

Americana: “Siamo state violentate”

Amica: “Cosa…? Stai bene?”

Americana: “No”

Amica: “Che sta succedendo?”

Americana: “Lei sta raccontando una storia”

Amica: “Sta mentendo?”

Americana: “Lei è la migliore! Lei è una fica!”

Amica: “Che succede?”

Americana: “Siamo state entrambe violentate”

Ecco il video ripreso dalle telecamere di sorveglianza della discoteca ‘Flò’, all’interno e all’esterno del locale, nei minuti immediatamente precedenti alla presunta violenza sessuale.

Seguici sul nostro canale Telegram

Playoff Catania-Siena diretta streaming

Diretta Catania – Akragas dove vedere in tv e streaming gratis Serie C

Diretta Liverpool-Chelsea dove vedere in tv streaming

Diretta Liverpool – Chelsea dove vedere in tv e streaming gratis Premier League