in ,

Firme False a Siracusa: Beppe Grillo sul Blog attacca il PD: “Vogliamo la stessa campagna di linciaggio”

Firme False a Siracusa: il PD coinvolto, ecco cosa sta succedendo

Nella giornata di ieri, 14 dicembre 2016, sette persone sono state indagate dalla Procura della Repubblica di Siracusa nell’ambito dell’inchiesta denominata “Firmopoli”, scaturita dalla denuncia dell’architetto Giuseppe Patti in merito a presunte sottoscrizioni false nella lista civica “Rinnoviamo Siracusa Adesso!” per le elezioni amministrative 2013. A pochi giorni dal voto Patti, che aveva ritirato la sua candidatura a primo cittadino a sostegno di Giancarlo Garozzo, era stato inserito come capolista. La polizia giudiziaria, dopo aver svolto numerosi atti di indagine ed ascoltato varie persone informate sui fatti, ha eseguito perquisizioni domiciliari a carico di sette persone accusate a vario titolo di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale e utilizzo di un atto falso in riferimento ai moduli di dichiarazione di presentazione di candidato alla carica di sindaco e di lista di candidati alla carica di consigliere comunale della lista civica.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA POLITICA CON URBANPOST

Firme False a Siracusa: l’attacco del Movimento 5 Stelle

Un caso analogo, relativo alle cosiddette Firme False, ha coinvolto negli scorsi mesi anche il Movimento 5 Stelle, prima a Palermo e successivamente a Bologna. Per questo motivo, nella giornata di oggi, 15 dicembre 2016, non si è fatto attendere il commento di Beppe Grillo sul Blog del Movimento 5 Stelle. “Il PD è coinvolto nell’inchiesta delle firme false a Siracusa dalla testa ai piedi. Sembrerebbe, infatti, che due liste che hanno appoggiato in maniera decisiva la candidatura nel 2013 del renziano Giancarlo Garozzo (PD), oggi Sindaco, siano state integralmente falsificate. Le liste riportano, infatti, firme che sono state pubblicamente disconosciute dagli stessi cittadini, numeri di documenti di identità non corrispondenti al vero, date di nascita errate, elementi alterati. Sulle ipotesi di reato adesso indaga la Magistratura. Ma il PD, invece, cosa ha fatto o cosa intende fare adesso davanti a questa nuova indagine giudiziaria che lo riguarda?”

beppe grillo sindaco Londra

Firme False a Siracusa, Beppe Grillo Blog news: “Vogliamo la stessa campagna di linciaggio”

Il Movimento 5 Stelle, attraverso il Beppe Grillo Blog, ha sottolineato la propria posizione sul caso Firme False a Siracusa che coinvolge il PD. “Ricordiamo che per un caso analogo, ma oggettivamente meno grave visto che non vi furono eletti, il M5S ha immediatamente sospeso tutte le persone coinvolte. Dove sono adesso tutti quegli esponenti del PD e quella stampa politica e filo governativa che per mesi hanno alimentato una campagna di linciaggio nei confronti del M5S? Adesso hanno per caso vergogna nell’esporsi pubblicamente e palesare le nette differenze tra il PD e il M5S.” Secondo il Movimento 5 Stelle, il Partito Democratico è disposto a tutto: “Pur di prendere voti e arrivare al potere giustifica qualsiasi mezzo (dal clientelismo, alla probabile falsificazione delle firme), accetta qualsiasi tipo di condotta, anche le più riprovevoli, da parte dei propri esponenti, mantiene sindaci e consiglieri regionali condannati per firme false ai propri posti (come in Veneto e Piemonte) come se nulla fosse e sostiene personaggi come De Luca, oggi indagato dalla Procura di Napoli per istigazione al voto di scambio. È un partito che non ha più alcun tipo di credibilità.”

Belen Rodriguez in lacrime

Belen Rodriguez e Stefano De Martino news: showgirl in lacrime dopo una lite al telefono

INCIDENTE STRADALE

Bergamo tragico incidente in galleria: morto un uomo di 65 anni