in ,

Foggia, culturista muore e un altro è grave: si temono sostanze dopanti illegali

Un culturista è morto mentre un altro è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni; è successo a Foggia dove il giovane bodybuilder Gianni Racano è deceduto in ospedale lo scorso 17 aprile dopo una settimana di coma farmacologico mentre l’altro si trova nel polo ospedaliero in condizioni serie anche se non in pericolo di vita. La procura della città pugliese ha aperto un’inchiesta, disponendo la perquisizione di alcune palestre.

Gli inquirenti sospettano che i due atleti potrebbero aver assunto sostanze dopanti illegali in vista di una gara di bodybuilding che si terrà a giugno; le indagini sono scattate dopo la denuncia dei familiari di Gianni Racano e hanno portato due titolari di palestre a essere indagate. Il giovane si era sentito male ed era inizialmente stato ricoverato agli Ospedali Riuniti di Foggia e poi trasferito all’Ospedale San Paolo di Bari.

Il timore degli inquirenti è che siano state immesse sul mercato illegale delle partite di sostanze e medicinali dopanti ritenute molto pericolose.

Lega referendum legge merlin

Battipaglia, maxi multa da 20000 Euro per un incontro a luci rosse con una prostituta

Beautiful anticipazioni puntate americane

Beautiful anticipazioni puntate americane: Quinn incinta, Ridge costretto a confessare?