in ,

Fondo garanzia prima casa 2017: requisiti, tempi, come richiederlo e banche aderenti

Fondo garanzia prima casa 2017: cos’è e il successo fino ad oggi

Si rinnova anche per il nuovo anno la collaborazione tra Stato e banche nel progetto del Fondo garanzia prima casa 2017. Ancora per quest’anno infatti chiunque potrà richiedere lo Stato come garante in banca qualora avesse  necessità di acquistare la propria abitazione principale attraverso il supporto di un mutuo. A chi richiede in banca il Fondo garanzia prima casa 2017, l’istituto di credito non può richiedere ulteriori garanzie da parte di terzi, ma resta sua facoltà la decisione di erogare o meno il mutuo. Ma come funziona esattamente il Fondo garanzia prima casa 2017? Quali sono i requisiti e i tempi richiesti per l’evasione della domanda ma soprattutto quali sono le banche aderenti e come è possibile richiederlo?

Nell’attesa di trovare risposta a queste domande, è già possibile notare che dalla sua istituzione il Fondo garanzia prima casa 2017 ha avuto un notevole successo; come rende noto il Ministero dell’Economia e delle Finanze tra il gennaio 2015 e il dicembre 2016 sono giunte 14 mila richieste di accesso alle garanzie statali per un valore dei mutui superiore a 1,6 miliardi di euro. Di essi, oltre 1,2 miliardi sono già stati concessi e 387 milioni sono in attesa di essere erogati.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Fondo garanzia prima casa 2017: requisiti per richiederlo e tempi per ottenerlo

Dopo le ultime modifiche apportate al Fondo garanzia prima casa 2017, è possibile per tutti richiedere questa agevolazione statale, anche se sussistono alcune categorie di soggetti prioritari. Tra di essi vi sono giovani coppie coniugate con o senza figli, nuclei familiari monogenitoriali con figli minori conviventi, conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari nonché giovani di età inferiore a 35 anni, titolari di un rapporto di lavoro atipico. Per essi non solo la domanda ha priorità di accettazione ma è stato anche previsto un tasso calmierato del finanziamento: per questi soggetti quindi il tasso effettivo globale (TEG) non può essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM) pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si ricorda infine che tra i requisiti per poter fare domanda del Fondo garanzia prima casa 2017 vi è quello di non essere proprietari di alcun immobile atto ad uso abitativo, ad eccezione di quelli acquisiti per successione a causa di morte, anche in comunione con altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. Da ultimo, per quel che riguarda i tempi per ottenerlo, una voltata presentata la domanda presso la banca, l’istituto è chiamato “ad assicurare la piena operatività della propria adesione all’iniziativa del Fondo entro 30 giorni lavorativi dalla trasmissione del modulo, a condizione che sia stato emanato da 30 giorni lavorativi il Manuale d’uso”. 

=> Bonus Mobili 2017: tutto quello che c’è da sapere

Fondo garanzia prima casa 2017: come richiederlo e le banche aderenti

Per poter fare richiesta del Fondo garanzia prima casa 2017 i richiedenti devono presentare domanda presso una delle banche aderenti all’iniziativa (qui l’elenco completo). Una volta in banca, presentando o compilando in logo il modulo previsto, potranno farne richiesta all’istituto. Il Fondo garanzia prima casa 2017 prevede che l’ammontare del finanziamento non sia superiore ai 250 mila euro; di questa somma lo Stato sarà garante per la copertura del 50% della quota capitale erogata per l’acquisto o per interventi di ristrutturazione o per l’accrescimento dell’efficienza energetica di immobili adibiti a prima casa. La garanzia può essere richiesta per l’acquisto di immobili di qualsiasi metratura, purché non di lusso (vedi categorie catastali di riferimento).

industria 4.0 italia nuova sabatini

Industria 4.0 Italia, Nuova Sabatini: dal Mise il via alle agevolazioni per investimenti digitali

Eddie Vedder Firenze Rocks: il leader dei Pearl Jam in Italia, tutto quello che devi sapere