in

Fondo pensione: come funziona e come aprirne uno

Chi ha lavorato per 35/40 anni, e si ritrova con una pensione abbastanza misera, incapace di soddisfare le proprie necessità, esiste uno strumento finanziario chiamato “fondo pensione”, una forma di risparmio gestito, un salvadanaio dove versare mensilmente una cifra pattuita in base alle proprie possibilità, con l’istituto previdenziale scelto. In questo modo si verrà a costituire una pensione integrativa. Nello specifico, il fondo pensione è un ‘sistema previdenziale a capitalizzazione’. Quando si apre un fondo, si diventa titolari di un personale conto previdenziale in cui vengono versate le quote di tutti i partecipanti al fondo che concorrono a creare un grande patrimonio, che a sua volta sarà gestito ed investito sui mercati finanziari.

Esistono due tipologie di fondo pensione: fondi di categoria o chiusi e i fondi aperti. I primi sono sono il frutto di accordi collettivi promossi dai sindacati, mentre i secondi, nascono dall’iniziativa di operatori finanziari quali compagnie assicurative, banche o altri tipi di società di gestione dei risparmi, in questo caso sarà l’ente a scegliere i movimenti finanziari relativi al fondo.
fondo pensione, futuro


Online, tramite i servizi di home banking offerti dalla maggior parte delle banche, è possibile trovere e valutare molte proposte. Una volta scelto l’istituto dove si sottoscriverà il contratto, bisognerà compilare i moduli di adesione, ed inseriti i dati personali, successivamente si fa compilare alla propria azienda i campi che gli sono riservati sul modulo, e terminare il tutto allegando alla documentazione un documento di riconoscimento in corso di validità. Prima di firmare è opportuno controllare il contratto, e soprattutto, meglio scegliere una società di gestione che abbia una storia ed un’esperienza importante nel settore.

La brutta avventura di Elton John: ha rischiato di morire

Applicazioni gratis Iphone: regalo Apple per i 5 anni dell’App Store