in ,

“Forconi” in rivolta domani, 9 dicembre 2013: Italia a rischio black out

Tir e auto in 96 presidi in tutta Italia a partire dalle 22, i Forconi stanno tornando e minacciano di paralizzare l’Italia per una settimana, bloccando la distribuzione dei beni di prima necessità ai punti vendita all’ingrosso e al dettaglio. Agguerriti e decisi, sono pronti a tutto: “Viva la mafia, viva i forconi. Questa è la rivoluzione che farà libera la Sicilia. Attaccheremo lo Stato”. E’ questo il messaggio choc che oggi è stato affisso all’ingresso di un consorzio di autotrasportatori della Fita-Cna a Campobello di Licata, nell’Agrigentino, che si è espressa contro i blocchi annunciati dagli autotrasportatori in rivolta.

Mariano Ferro Forconi

E’ una guerra dichiarata allo Stato, quella del movimento di protesta che nel maggio 2012 paralizzò la Sicilia per giorni; un messaggio per rispondere ai tassativi divieti impostigli nelle ultime ore dalle autorità del territorio siciliano. Cresce quindi la tensionee non solo in Sicilia ma in tutto il Paese, da sud a nord – a tal punto che il ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione, Gianpiero D’Alia, ha chiesto al ministro dell’Interno Angelino Alfano di intervenire, per evitare che la situazione degeneri e punire e individuare “quanti pensano di trasformare una manifestazione di autotrasportatori in un’azione di sabotaggio dello Stato e di recrudescenza mafiosa”. Intanto le prefetture di Catania, Ragusa, Siracusa e Messina hanno notificato ai rappresentanti del movimento dei Forconi il divieto assoluto di tenere qualsiasi forma di protesta dalle 22 di stasera alle 24 del 13 dicembre.

Ma il loro leader Mariano Ferro nulla teme, mira a demolire il Sistema e non abbassa i toni: “Siamo disposti a farci arrestare. Sono rispettoso delle istituzioni ma ci chiedono di fare le manifestazioni come fanno quelli della Cgil, Cisl e Uil. Purtroppo per noi è una manifestazione vera, non finta, quindi non possiamo adeguarci.” La mobilitazione “Fermiamo l’Italia” nasce sulla scia del Movimento dei Forconi, da alcuni esponenti di categorie sociali in rotta con le loro rappresentanze sindacali e politiche ufficiali. Tra loro ci sono il Movimento autonomo autotrasportatori, il Co.Spa. Autotrasportatori, agricoltori, ambulanti e tassisti. Una manifestazione indetta contro l’austerity e a favore del “popolo massacrato dalla crisi” e “per cacciare il governo, anzi per rovesciare il regime oligarchico.” Massima allerta, quindi, per le Forze dell’Ordine che temono infiltrazioni da parte di frange violente. Sarà una settimana di fuoco.

Seguici sul nostro canale Telegram

milly carlucci

Ballando con le Stelle: il bilancio di Milly Carlucci

Assaidi

Lo straordinario gol di Assaidi e la reazioni di Mourinho (Video)