in ,

Fortuna Loffredo: chiesta la riesumazione del corpo, si cercano tracce di Dna

Nel torbido caso di Fortuna Loffredo non c’è niente di chiaro, se non la certezza di essere di fronte ad un incubo. Gli attori della recita sono ben definiti, tratteggiati quasi come un noir di Carlotto: un orco, una madre che ha tentato il suicidio in carcere e dei bambini costretti ad una vita di abusi. Ma questo è solo l’inizio di una storia, sono solo gli interpreti principali del racconto, perché intorno c’è anche un contesto. Una cornice fatta di silenzi inquietanti e parole fin troppo pesanti cha da un libro ci catapultano nella realtà del condominio 3 del Parco Verde di Caviano, Napoli.

Fortuna Loffreddo è morta, portando con sé un segreto inconfessabile, che adesso, grazie alla tenacia dei genitori, degli avvocati e degli inquirenti, si cerca con forza di far riemergere dal fango torbido di questo incubo. L’avvocato Angelo Pisani, legale del padre di Fortuna Loffredo, Pietro Loffredo, ha dichiarato di essere intenzionato a chiedere la riesumazione del corpo della bambina. Lo scopo, stando a quanto affermato dal legale, è quello di verificare l’impatto della caduta e di cercare eventuali tracce di Dna o di liquido biologico. L’incubo non è finito, i colpevoli vanno assicurati alla giustizia e la richiesta va proprio in questo senso. Altro obiettivo dell’istanza è quello di fare un nuovo esame tossicologico per capire se c’è stato utilizzo di narcotizzanti.

Scavare e scavare ancora. La richiesta dell’avvocato Pisani non è casuale. Infatti, durante gli interrogatori, una delle bambine sentite dagli inquirenti, avrebbe affermato di aver visto Fortuna stordita. L’incidente probatorio di Mercoledì e Giovedì è stato un “successo”, tanto da far preparare, al procuratore aggiunto Domenico Airoma e al pubblico ministero Claudia Meoni, la richiesta di rinvio a giudizio per Raimondo Caputo, e per una ventina di indagati residenti nell’isolato 3 delle palazzine popolari. Su di loro pende l’accusa di false dichiarazioni al pubblico ministero.

Serie B 2016

Serie B 2016, Livorno retrocesso: picchiato il portiere Pinsoglio

Nina Moric GF VIP

Nina Moric gossip, attacco alle bellezze italiane: “Diletta Leotta? Può pulire a casa di Elenoire Casalegno”