in ,

Fortuna Loffredo, parla la figlia del presunto assassino: “Mio padre non è un mostro!”

“No, non è possibile che mio padre sia l’orco che ha violentato e ucciso Fortuna! Anche se ha lasciato mia madre, con me ha fatto sempre il padre, e anche con i figli di Marianna (l’attuale compagna, ora indagata ndr) era affettuoso: li lavava, li vestiva … Mio padre sarebbe un mostro? No! Lui piange in carcere, dice di non essere lui l’assassino di Chicca …!”.

Così la figlia di Raimondo Caputo, il 44enne in carcere a Poggio Reale con l’accusa di abusi sulle figlie della compagna – Marianna Fabozzi nonché madre del piccolo Antonio, morto un anno prima a Caivano, nelle stesse misteriose circostanze di Fortuna – e di violenza sessuale e omicidio ai danni della piccola “Chicca” Loffredo.

La sua testimonianza è stata raccolta da una inviata della trasmissione Pomeriggio 5, che l’ha intervistata ora che l’inchiesta sul decesso della bimba di 6 anni si sta allargando ad altri inquilini dello stabile del Parco Verde di Caivano, nella ipotesi che vi siano altri ‘orchi’ e altri bimbi abusati, incluso il piccolo Antonio, la cui salma potrebbe essere presto riesumata per accertamenti.

Colloquio di lavoro

Colloquio di lavoro: consigli utili su come vestirsi e cosa dire

mercurio davanti sole maggio 2016

Mercurio davanti al Sole: dopo le stelle cadenti di Maggio, in arrivo lo spettacolo più suggestivo del 2016