in ,

Fortunata Cannes 2017, Alessandro Borghi: “Vi racconto il mio personaggio”

Fortunata a Cannes 2017 è stato presentato ieri, domenica 21 maggio 2017. La pellicola di Sergio Castellitto, con Stefano Accorsi, Jasmine Trinca e Alessandro Borghi protagonisti è al cinema da sabato. Dopo aver analizzato la trama e il cast del film, accolto positivamente dalla critica alla kermesse cinematografica, approfondiamo l’analisi di uno dei personaggio principali: Chicano. A dare qualche informazione in più è l’attore Alessandro Borghi che si racconta ai microfoni di VanityFair. “Questa volta andato davvero a braccio, con l’aiuto di Sergio Castellitto. Insieme abbiamo capito che Chicano è un uomo estremamente debole, che ha bisogno di dare amore ma soprattutto di riceverne. Vuole sentirsi protetto.”

—> Fortunata Film: tutto quello che devi sapere 

Alessandro Borghi analizzando Fortunata, il film presente a Cannes 2017, parla anche del concetto di amore: “Si tratta di un sentimento che potrebbe essere qualsiasi cosa – dice l’attore romano a Vanity Fair –  Penso che se Fortunata a un certo punto fosse andata da lui dicendogli “sai mi sono innamorata di te”, quello sarebbe stato il giorno più bello della vita di Chicano. Ma questo non lo sapremo mai. Ci sono amicizie unilaterali che durano tanto, amori che non trovano un sfogo mai. Lui ha bisogno di una donna forte che vegli su di lui. È un egoista.”

—> Le ultime notizie sul mondo del cinema con UrbanPost

Alessandro Borghi, visto di recente in Non essere Cattivo e Suburra, parla del suo personaggio e spiega: “Io ho sempre cercato di non giudicare i miei personaggi, è la cosa più bella che mi ha insegnato Claudio Caligari (il regista scomparso nel 2015, che lo ha diretto in Non essere cattivo, ndr): se mostri un film dove c’è già una scelta racconti una storia superficiale, mentre chi guarda lo devi lasciare libero di decidere se questi personaggi sono colpevoli oppure no.”

Borghi, comunque, ha da sempre avuto un ruolo ben preciso nella cinematografia italiana: il romano di periferia. Un personaggio, questo, che ad Alessandro non sta per nulla stretto: “Ho fatto quattro film sulla periferia e mi vanto parecchio, anche perché sono quattro personaggi che non hanno niente a che vedere tra di loro e raccontano storie che non hanno niente a che fare tra di loro. A me non frega niente di dove faccio questo mestiere, è il come lo faccio che mi interessa.” 

 

 

WWE Backlash 2017 risultati: Jinder Mahal nuovo campione, Aj Styles sconfitto

trovare lavoro online google

Trovare lavoro online grazie all’intelligenza artificiale: nasce Google for Jobs