in

Foto bollenti, sempre più diffusi gli scambi tra giovani: i rischi

I ragazzi italiani sono sempre più alle prese con scambi di foto bollenti o testi a contenuto sessualmente esplicito, specialmente con la diffusione dei nuovi media, internet e cellulari. E’ il risultato della ricerca portata avanti dall’Unione Europea e rilanciata dalla Fiss, la Federazione italiana sessuologia scientifica, in preparazione della Settimana del benessere sessuale.

I genitori italiani appaiono i meno consapevoli dell’esperienza dei propri figli. E’ evidente che un’azione educativa va svolta anche – primariamente e parallelamente – nei loro confronti”, afferma Piero Stettini, professore di Psicologia generale all’Università di Genova e componente del Consiglio direttivo della Fiss. In effetti, secondo i dati della ricerca, in Italia solo il 15% dei genitori sarebbe a conoscenza degli scambi dei loro figli, a fronte dei (poco) più vigilanti genitori francesi (20%), inglesi e olandesi (25%) e spagnoli (29%).

Il rischio individuato da Stettini è però “quello di una sessualizzazione dove le emozioni sessuali sono sempre più sganciate dalla fisicità, dalla presenza reale e corporea dell’altro, con una frammentazione che può favorire una oggettivazione sino alla mercificazione dei corpi, in particolare di quello femminile”. Forse in definitiva si tratta semplicemente di un surrogato dei giornaletti di qualche decennio fa, che ora si sono convertiti in codici binari.

Nexus 5 Vs iPhone 6S

iPhone 6S vs Nexus 5: ecco tutte le caratteristiche e schede tecniche a confronto

Napoli 5-0 Club Brugge diretta live: risultato finale