in

Fotografia bella senz’anima

Una delle differenze più marcate tra fotografi professionisti e la maggior parte dei fotoamatori è che i primi comunicano con le loro fotografie, i secondi producono fotografie mute che in questo articolo definirò belle senz’anima. Mi sto riferendo ad una pratica fotografica, tipica del fotoamatore, di ricercare immagini belle e tecnicamente perfette, dimenticando però di includerci un messaggio.

La fotografia è un mezzo per comunicare tramite un dato visivo e nessun tipo di fotografia può prescindere totalmente dalla tecnica. Esistono tuttavia immagini realizzate da fotografi di fama mondiale che sono diventate icone e pietre miliari di storia della comunicazione visiva nonostante alcune imperfezioni tecniche. Queste immagini sono l’opposto di quelle prodotte dai fotoamatori, troppo attenti a posizionare il soggetto sul terzo di sinistra, da dimenticarsi di dare un’anima (messaggio) alle proprie fotografie. L’errore madornale che si compie è quello di credere di fare fotografia con la tecnologia e con la tecnica. Si ricerca la sfocatura estrema, la nitidezza senza ricordare che questi sono elementi di un linguaggio che devono essere utilizzati a fini comunicativi, non a scopo di pavoneggiare la propria conoscenza del mezzo fotografico o il valore dell’attrezzatura ultra professionale.

Mi si potrebbe muovere la critica che nell’era del digitale le fotografie possono essere perfezionate dal punto di vista tecnico in fase di post produzione.  Questo è vero solo per correggere piccole imperfezioni, mentre se una fotografia è mal scattata non c’è post produzione che tenga. Ma ancora una volta l’approccio non è corretto: se in una fotografia si nota l’orizzonte storto ad esempio, significa che quella è un’immagine con messaggio debole, per non dire senza messaggio. Se invece una fotografia contiene un messaggio forte, chiaro e ben definito, difficilmente noteremo le eventuali imperfezioni tecniche che può contenere poiché saremo completamente concentrati sul dato comunicativo della fotografia. Quanto affermato fin qui non va interpretato come un via libera alla cancellazione della tecnica ma vuole essere un monito per il fotoamatore, che mi auguro aiuti a fare un grande passo avanti nel mondo della fotografia. Produrre una fotografia bella o tecnicamente perfetta non è un errore, ma lo diventa se inseguendo la perfezione e l’ipertecnicismo fine a se stesso si cattura un’immagine bella senz’anima.

Leonardo DiCaprio news, serie tv mafia

Jennifer Lopez e lo scherzo a Leonardo Di Caprio: la reazione dell’attore è da Oscar

Gianluca Grignani “Una donna così”, arriva il brano che anticipa il nuovo album: ecco la data di uscita