in

Franca Valeri sul movimento “Metoo”: «Si esagera. Le avances non sono mai indesiderate…»

Franca Valeri, una delle attrici più amate, ha compiuto lo scorso 31 luglio 99 anni. Una vita la sua fatta di cinema, televisione e teatro, senza contare poi la passione per la scrittura. Una donna raffinata che ha saputo sdoganare il cliché dell’«attrice maggiorata», interpretando film di successo come Il segno di Venere, Arrangiatevi e Il vedovo, commedie in cui viene fuori tutta la sua ironia, che diciamolo senza troppi giro di parole, è il vestito elegante dell’intelligenza. Una dote di cui non posso vantarsi tutti. Il prossimo 5 ottobre Franca Valeri sarà presente al festival L’Eredità delle donne, a Firenze, e per l’occasione l’artista ha scelto di raccontarsi a “Io Donna”.

Franca Valeri: «A che posto ho messo l’amore? Al secondo!»

«Il teatro, il successo. Ero una gigiona, l’applauso mi appagava completamente. Una specie di estasi. No, non mi sono mai chiesta le ragioni “psicoanalitiche”… Si trattava di un dato di fatto. Avevo un’attitudine alla gioia. A che posto ho messo l’amore? Al secondo, benché considerevole. All’inizio era al primo!», ha esordito Franca Valeri, che è stata legata a Vittorio Caprioli, attore e regista (con cui è convolata a nozze il 16 gennaio 1960), poi al direttore d’orchestra Maurizio Rinaldi, scomparso nel 1995. Proprio sul rapporto tra vita privata e sfera lavorativa l’attrice ha detto: «Con i miei compagni sono stata abilissima: mi sono destreggiata tra loro e la carriera molto bene! […] Vedevo le donne più occupate nei loro compiti, nella maternità, nelle fatiche della casa. Io ho preferito mettere davanti a tutto il mio lavoro. Che non è un lavoro comune!».

Considerazioni sulle donne: «’Le gatte morte’ ci tengono assai al sesso, guai se non l’avessero!»

Non è mancata poi una sua considerazione sulle donne: «Le signore spiritose sono le più pericolose, non le gatte morte: colpiscono i maschi nei loro difetti. Il principale è il sesso. Ci tengono assai, guai se non l’avessero! Noi ci teniamo di meno. Incredibile, ma è vero. Pur essendo una delle grandi conquiste del Novecento…». E il suo pensiero sul Movimento Metoo di cui si è tanto discusso lo scorso anno: «Si esagera! Probabilmente ci hanno preso gusto. Come la tragedia delle accuse a quel bell’uomo di Placido Domingo. Ridicola. E ha una moglie gelosissima: non l’avrebbe passata liscia. Se mi è capitato di subire avance indesiderate? No. Ci sono persone che non “chiamano” le avance. E, comunque, non sono mai indesiderate: piace vedersi corteggiate, specie da un uomo celebre!», ha chiosato Franca Valeri.

leggi anche l’articolo —> Franca Valeri rivela: «L’Italia di oggi non mi piace! Ha dato un calcio alla tradizione!»

 

Seguici sul nostro canale Telegram

gessica notaro vieni da me

Gessica Notaro si confida a Vieni da me: «Mio fratello si è tolto la vita»

Soleil e Jeremias Rodriguez si sono lasciati, lei: «Non torno più»