in

Francesca Barra aborto: «Un lutto sottovalutato…»

Per la prima volta la giornalista e scrittrice Francesca Barra ha parlato della perdita del bambino che aspettava dall’attore Claudio Santamaria. Dopo la sfilata al Red Carpet alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia la 40enne ha trovato il coraggio di raccontare con dolcezza il lutto e la sofferenza per quella che lei chiama «pancia vuota»: «È un lutto sottovalutato, come se esistesse un metro del dolore e quello per un figlio mai nato non misurasse abbastanza!». 

Francesca Barra parla per la prima volta dell’aborto: «Un lutto sottovalutato…»

Intervistata da “Il Corriere della Sera”, Francesca Barra ha ricostruito i dettagli di quei terribili momenti: «Avevamo cercato quel figlio dal primo momento, avevo fatto tantissime punture di ormoni, ero anche finita in ospedale più di una volta… Ricordo che quando finalmente il test di gravidanza era risultato positivo avevo fatto una corsa in cucina da Claudio per gridarglielo, è ancora lì dietro, accanto alle sue foto». Poi la scoperta che qualcosa non andava: «Durante un controllo, avevo portato Emma e Greta per conoscere il sesso del fratellino o della sorellina. Ma il ginecologo le ha fatte uscire, c’erano dei problemi… Ho pensato: io lo voglio lo stesso questo figlio. Ma non avevo il coraggio di dirlo a Claudio, mi sembrava una forzatura. E invece lui mi ha guardato e ha detto: “Io comunque lo voglio lo stesso”. Da quel momento abbiamo fatto di tutto, consultato medici diversi, spedito ecografie, tentato in ogni modo».

Francesca Barra e l’aborto: «Dopo la perdita del bambino, Claudio mi ha portata sul lago. Ho pianto per tre giorni e…»

A fine maggio la notizia dell’aborto sui social«Ricordo il giorno che sono dovuta andare in clinica. Non volevo scendere dal taxi… Quando sono tornata a casa, la sera, ho cercato di essere normale, per i bambini, e mi sono messa a cucinare. Mia madre era salita in fretta e furia dalla Basilicata, diceva: “Ma vai a stenderti e a riposare”. Il giorno dopo il padre dei miei figli è venuto a prenderli e Claudio mi ha portata sul lago, dove ho pianto per tre giorni…», ha raccontato Francesca Barra ad Elvira Serra de “Il Corriere della sera”. «Per la prima volta mi sono sentita vulnerabile. Ero stata troppo sicura di me, non avevo mai messo in conto nessun pericolo. Mi sentivo baciata da Dio, invincibile. E invece…», ha spiegato commossa la popolare giornalista, che ha poi aggiunto: «Molti pensano che tu non stia vivendo un vero lutto, perché il bambino non è mai nato. Ma come? Io e Claudio lo abbiamo visto mentre aveva il singhiozzo, gli abbiamo sentito battere il cuore, abbiamo guardato le sue mani e le sue braccia muoversi… (…) E poi ho scoperto un’altra cosa, che non è successa a me: in tante dopo l’aborto vengono messe in stanza con donne che hanno appena partorito… Non c’è abbastanza sensibilità verso chi perde un figlio».

«Ai bambini abbiamo spiegato che era diventato una stella per proteggerli ogni giorno!»

Un dolore condiviso col compagno Claudio Santamaria«Anche se ci fosse solo una possibilità su un milione, noi non perdiamo la speranza. Adesso mi affido solo alla volontà di Dio», ha sospirato Francesca Barra, che ha spiegato poi come l’aborto sia stato vissuto in famiglia: «Ai bambini abbiamo spiegato che il piccolo era diventato una stella per proteggerli ogni giorno».

leggi anche l’articolo —> Francesca Barra Claudio Santamaria: «Il nostro bambino non c’è più», il dolore in un lungo post

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Diletta Leotta provocante su Instagram, décolleté da favola: «Che airbag!»

Mattino 5, Lory Del Santo ricorda il figlio: «Dicono che il dolore fortifica, ma non è vero»