in

Francesca Giussani, professione conduttrice tv e media marketing manager: «Volere, dovere, ottenere!» [INTERVISTA]

Conduttrice tv e media marketing manager, Francesca Giussani, 33 anni, è uno dei volti noti di Sportitalia, l’emittente tv interamente dedicata allo sport. Francesca conduce Rally Dreamer, adrenalinico programma dedicato ai rally. Si occupa anche di attività di content marketing. Abbiamo fatto alcune domande a Francesca per conoscere meglio la sua professione e il percorso che l’ha portata a realizzarsi nel difficile mondo della comunicazione. Ne esce un ritratto forte e un’intervista ricca di consigli schietti, fuori dagli schemi, molto utili per chi desidera intraprendere la carriera della conduzione televisiva.

Francesca Giussani, professione conduttrice tv e media marketing manager: «Volere, dovere, ottenere!»

Raccontaci un po’ di te: chi è Francesca Giussani?
«Beh tra le prime cose che mi viene spontaneo raccontarti è che mi piace essere costantemente informata e aggiornata. È per me un senso del dovere, che è decisamente una qualità dell’energia femminile. Adotto i modi più intelligenti per intrattenermi nei meandri della rete migliorando costantemente la mia figura professionale e cerco sempre di mantenere un elevato livello di attenzione per apprendere rapidamente tutto ciò che, coinvolgendomi, non conosco. Mi piacciono la musica, la politica, la medicina e l’economia. Dedico quasi tutto il mio tempo al lavoro».

Sei conduttrice tv e media marketing manager. Come nasce la tua passione per la comunicazione?
«Sin da bambina, e per tutto il mio percorso formativo, sono sempre stata una grande studiosa e l’immensa voglia di comunicare quanto appreso non mi ha mai abbandonato. Così come la voglia di ascoltare del resto. Durante i miei studi universitari ho realizzato di volere dare largo spazio e sfogo a questa mia peculiarità. E dove se non ovviamente nel mondo che più amo, quello dei media radiotelevisivi?
Negli anni a seguire, con la diffusione dei social network, mi sono poi avvicinata sempre più alla comunicazione strategica, un asset fondamentale ma anche difficilmente replicabile che oggi ci permette di creare e mantenere relazioni positive con il pubblico che caratterizza  il mercato ma anche la sfera pubblica moderna.
E da qui le opportunità lavorative che mi si sono presentate nel corso degli anni mi hanno consentito di ottenere un’ottima preparazione teorica e pragmatica nell’ambito della comunicazione on line e off line, del social e web marketing, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche divenendo media marketing manager. Ti svelo un segreto però. Dedico pochissimo tempo alla gestione dei miei social network!»

Che studi hai fatto, ti sono poi serviti davvero nel corso della tua carriera?
«Sono laureata in Economia e Commercio, precisamente in Marketing e Analisi Quantitative di Mercato. Se mi sono serviti? Si e no. Tanto è farina del mio sacco.
Con l’avvento delle tecnologie digitali l’evoluzione della Comunicazione di Marketing è sempre più forte e rapida. Lo studio aiuta, ma è indispensabile aggiornarsi quotidianamente nel corso della propria carriera. Almeno nella mia».

Rally Dreamer, confesso che non la conoscevo ma per preparare questa intervista ho rivisto online una puntata della trasmissione che conduci. Hai molta carica e trasmetti energia nella conduzione: quanto hai lavorato su questo aspetto per arrivare a questo livello?
«Ci ho lavorato. La cosa fondamentale, prima di entrare in studio per la prima volta alla conduzione di un nuovo programma, è capire cosa il pubblico vuole da te e come lo vuole.
Occorre un set adeguato di attitudine, capacità, apprendimento ma soprattutto il saper comprendere le esigenze di chi è dall’altra parte dello schermo. La carica e l’energia poi sono caratteristiche intrinseche della mia natura».

Qual è la tua migliore qualità?
«La bontà».

Qual è l’aspetto del tuo lavoro che ti piace di più e cosa ti trasmette le sensazioni più positive?
«L’aspetto più bello, e che al tempo stesso mi trasmette positività, è la possibilità di poter gioire sempre in gruppo degli obiettivi raggiunti. La condivisione del successo. Un altro gran bell’aspetto è che il programma Rally Dreamer mi consente di viaggiare in lungo e in largo per l’Italia. Ne sono conduttrice, ma anche inviata».

C’è qualcosa del tuo lavoro che non ami per niente?
«Il tempo speso per dovere essere sempre impeccabile dal punto di vista estetico. Perché, volente o nolente, l’immagine è il primo biglietto da visita».

Che cosa consigli a chi vorrebbe intraprendere il tuo stesso percorso ed è solo all’inizio della carriera di conduttore/conduttrice?
«Consiglio di intraprendere questo mestiere solo se in possesso di una solida formazione e preparazione. Troppo spesso vedo “conduttrici” che, mostrandosi solo per il proprio corpo, durano in tv uno o al massimo due anni. Consiglierei: meno corpo, più cervello.
Fortunatamente poi in Italia abbiamo anche delle giornaliste sportive preparatissime che non hanno bisogno di mostrarsi in lingerie sui social. E non lo farebbero mai, stanne certo. Insomma esiste il mondo delle giornaliste televisive, e il mondo delle soubrette. Da quest’ultimo mantengo fermamente distanza».

E tu, cosa vorresti fare dopo Rally Dreamer?
«Continuerò a condurre. Non avevo in previsione di condurre un programma sportivo, ma posso dirti che ora non lo cambierei mai con un altro programma. Non posso prevedere il futuro. Ho sempre desiderato condurre programmi di politica o socio-culturali, ma ora inizio a sentire la necessità e il piacere di volere restare nel mondo dello sport. Vedi? Non possiamo prevedere proprio nulla».

Tre parole d’ordine da Francesca per il 2019, dal lavoro alla vita privata
«Volere, dovere, ottenere!»

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Demi Moore il nuovo amore è una donna: ecco chi è la fidanzata della star di “Striptease”

MD offerte di lavoro: nuove assunzioni, ecco come candidarsi