in

Francesco Carrozzini padre: Franca Sozzani e quel ricordo a Venezia 73

Francesco Carrozzini è uno dei nomi più chiacchierati dell’ultima settimana del 2016. Non per sua volontà, purtroppo. Il ‘regista’ apprezzato a Venezia 73 per Chaos and Creation, infatti, ha da poco perso la madre. E che signora, ci verrebbe da esclamare. Franca Sozzani, direttrice di Vogue, regina della Moda, se ne è andata giovedì 22 dicembre 2016 dopo una malattia di cui non aveva fatto menzione con nessuno. E per questo Francesco Carrozzini, adesso orfano di padre e madre, ha voluto ‘realizzare’ un docu-film su Franca Sozzani. Il padre di Francesco Carrozzini è scomparso nel 2010. Ma lui non lo ha mai davvero ‘vissuto’. Infatti, dopo il matrimonio del 1982, il marito della Sozzani ha deciso di ‘abbandonare’ casa e costruirsi una nuova famiglia.

—> FRANCA SOZZANI FUNERALI: TUTTI I VIP PRESENTI

Lo scorso  2 settembre, in occasione della 73esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, è stato presentato il film documentario Franca. Chaos and Creation, in gara nella categoria Cinema nel Giardino, che racconta la sua vita (lavorativa e non). Il lungometraggio, diretto dal figlio Francesco Carrozzini, è stato definito: “un ritratto intimo di sua madre in cui si racconta il making-of delle controverse copertine del fashion magazine più famoso d’Italia che, non solo hanno infranto le regole, ma hanno fissato uno status nella moda, l’arte e il business, nel corso degli ultimi venticinque anni.” Il docu-film su Franca Sozzani spazia dalla famosa Black Issue alla Plastic Surgery issue. Con interviste esclusive a Karl Lagerfeld, Bruce Weber, Baz Luhrmann, Courtney Love e molti altri.

—> FRANCA SOZZANI: I PAPABILI DIRETTORI DI VOGUE 

“Quando mio padre è morto, mi sono reso conto che mia madre era tutto quello che mi restava – ha raccontato il regista a Venezia 73 – volendo instaurare una connessione più profonda, ho girato la telecamera su di lei e l’ho usata come mezzo per esplorare il nostro rapporto, in un modo nuovo, e per dare voce alle domande che non avevo mai fatto prima. Volevo capire le sue scelte personali, avere un accesso privilegiato al mondo della moda attraverso la sua esperienza e condividere i momenti più importanti della sua rivoluzionaria carriera. Questo film, che ho completato in quattro anni, è tanto un testamento alla sua storia, quanto un atto d’amore.”

26 dicembre 2004 tsunami sumatra

Tsunami di Sumatra 26 dicembre 2004: dodici anni fa la catastrofe che colpì l’Indonesia

Il Segreto anticipazioni spagnole: fan in lacrime per il nuovo e clamoroso addio