in

Francesco Facchinetti Facebook: “Maturità? Non abbiate paura, è solo l’inizio”

Lungo post su Facebook di Francesco Facchinetti a poche ore dagli Esami di Stato: la Maturità 2017 è alle porte e il noto cantante, presentatore TV e figlio d’arte ha voluto fare una lunga dedica per tutti quei ragazzi che saranno chiamati alla temuta prova di domani. E Facchinetti lo ha voluto fare partendo da un piccolo evento accaduto: “Oggi mio figlio ha affrontato la sua prima recita scolastica. Quando le maestre l’hanno portato a prepararsi lui non voleva staccarsi da me e dalla sua mamma, e per tutto il tempo mentre dava il massimo cantando e ballando aveva gli occhi fissi su di noi.  E so che nei miei lui ha potuto leggere solo del grande orgoglio.  Non perché sia stato bravissimo (e ovviamente visto che è mio figlio lo è stato, non scherziamo ?), ma perché ha avuto paura, e l’ha affrontata.”

>>> Maturità 2017: i consigli sulla prima prova <<<

“Ed è così che va la vita. Le prove, gli esami, fanno paura. Esami del sangue, della patente, delle urine o della vista. La prova del nove e persino la prova del cuoco. Figuriamoci il primo esame che sancisce l’ingresso nell’età adulta per i giovani del nuovo millennio: quello di maturità. – continua ancora Francesco Facchinetti su Facebook –  E non parlo di ansia leggera, di timore o di tensione. Parlo proprio di panico cieco, incubi notturni e svegliarsi in un bagno di sudore con il terrore di ciò che potrà succedere. Di quello che ci aspetterà domani.” Facchinetti racconta le sue sensazioni e le sue emozioni ormai 19 anni fa: “Parlo di me, maturando del 1998, a cercare di ripetere la lezioncina fino all’ultimo minuto sperando di levarmi di torno materie di cui non sentivo il bisogno per poter ottenere le chiavi della libertà e riuscire a inseguire i miei sogni.” 

>>> Le ultime notizie con UrbanPost <<<

E prosegue: “Parlo della ragazzina appassionata di matematica che non può soffrire Dante, del giovane aspirante scrittore che ancora si confonde tra il Teorema di Ruffini e Teorema, di Ferradini. Parlo di tutti quei ragazzi che non sognano musica, tv, moda e Instagram ma università, ricerca e posti di lavoro in Italia, senza dover fuggire all’estero.  Parlo di chi come me vuole passare le giornate a regalare un sorriso, che sia con una canzone, con un video o con una fotografia. O semplicemente di chi della scuola è stanco, e non lo sa cosa potrà riservargli il futuro, ma non vede l’ora di scoprirlo.” Però, Francesco Facchinetti ha un consiglio da dare ai maturandi in vista degli esami di domani: “Oggi siete tutti terrorizzati, come lo ero io diciott’anni fa e come lo era oggi mio figlio.  Ci sono giorni, a trentasette anni suonati,in cui mi sveglio tutto sudato convinto di essere ancora un ragazzino spaventato dal futuro, in ritardo per il mio primo giorno d’esame.  E in fondo lo sono ancora, un ragazzino pieno di sogni e di voglia di fare, di esplorare nuovi orizzonti. Un ragazzino che a volte ha paura, a volte è semplicemente incosciente. Quindi quando domani vi verrà solo voglia di piangere perché non vi arriva la parola giusta da scrivere, ricordatevi che è solo l’inizio. Ricordatevi che ci sono mille avventure là fuori che vi aspettano, e che il numero che comparirà sul tabellone finale non potrà mai riassumere quello che siete e che conquisterete.” 

Andrea Belotti matrimonio con Giorgia Duro: viaggio di Nozze a Ibiza con gli amici (FOTO)

Roberto Formigoni condannato per il Caso Maugeri: “Soldi rubati ai malati”