in ,

Francesco Renga “Scriverò il tuo nome”, conferenza stampa 15 aprile 2016: ‘È un amore per me abbastanza indefinibile”

Milano, 15 aprile 2016 – Francesco Renga presenta oggi il suo nuovo attesissimo album  “Scriverò il tuo nome”. Il primo singolo estratto, “Guardami amore”, lanciato l’11 marzo scorso e scritto a due mani con Tony Maiello, ex concorrente di X Factor, già noto per la sua collaborazione come autore nell’album “Simili” di Laura Pausini, poche ore fa su Youtube ha già raggiunto oltre un milione di visualizzazioni.

Scriverò il tuo nome” è un disco che questa volta parla in maniera semplice e molto chiara dell’unica cosa di cui credo si parli in tutte le canzoni: l’Amore. Questo sentimento che muove un po’ tutto, almeno mi piace pensarlo. Sicuramente muove la mia vita e mi andava di raccontarlo in un disco che fosse una dichiarazione d’intenti molto precisa – racconta Renga – Un disco di canzoni d’amore… un amore per me abbastanza indefinibile. L’amore quando lo si racconta, ognuno di noi parte sempre da un racconto di sè stesso, quindi guardandosi dentro, quando l’amore si palesa ha un volto e questo volto ha un nome. Questo nome viene raccontato attraverso la canzone, un racconto che verrà immediatamente trasfigurato da chi lo ascolta e che, a questo nome, darà immediatamente un nome diverso. È un gioco di rimandi perpetui quello alla base di “Scriverò il tuo nome” .
Francesco Renga cita poi le  collaborazioni con l’amico collega, Fortunato Zampaglione che firma “Spiccare il volo”, “Perfetto”, “Migliore” e “Così diversa”, con Ermal Meta (autore in Tempo reale del brano “Era una vita che ti stavo aspettando”) firma “Il Bene” e con Dario Faini (che con Renga e Mancino aveva scritto nel 2012 “La Tua Bellezza”), collabora in “Rimani così”. Con Diego Calvetti in questa occasione torna a lavorare sui brani “13 Maggio” e “A meno di te”. Sempre citando nomi famosi, nel brano “I nostri giorni”, la firma è quella di Nek, insieme a Luca Chiaravalli e Davide Simonetta. Nuove collaborazioni nascono anche tra Francesco e Tony Maiello, co-autore non solo di “Guardami amore” ma anche di “Scriverò il tuo nome” e “Cancellarti per Sempre”, con Matteo Valicelli scrive “Sulla Pelle”, quella con Francesco Gabbani in “L’amore sa”.

Durante la presentazione di “Scriverò il tuo nome”, Francesco Renga parla della ventata di aria fresca introdotta grazie alle collaborazioni con i giovani autori, del nuovo modo di usare la voce “per dare il giusto peso alla parola” ma anche della soddisfazione nel presentare un progetto frutto di due intensi anni di lavoro, di cui non ‘cambierebbe davvero nulla‘.
Francesco scherza poi su una possibile partecipazione ad Amici di Maria De Filippi, e al rapporto particolare con la tv: “Se ero ad Amici non sarei certo qui a presentare il nuovo album”. Gli abbiamo chiesto così qual è il suo rapporto con i social e quindi con i fan online: “Il web è fondamentale riuscire a interpretarlo, capirlo  e usarlo ma ho grossi limiti” – ride Francesco facendo riferimento ai pennini e al calamaio con cui ha schizzato i disegni presentati in conferenza stampa – “ciò non toglie che i social sono fondamentali e che tutto è condivisibile e condiviso. Grazie alla Sony e al mio team ci sono parecchie attività che abbiamo predisposto, abbiamo lanciato ieri una web app dove si può inserire il proprio nome, personalizzare la copertina del disco e inserire l’autografo. Stasera ci sarà un ascolto per i fan e un’altra cosa che faremo a breve, è una versione personalizzata di web app disponibile nelle stazioni ferroviarie italiane in collaborazione con Grandi Stazioni. Un totem interattivo dove ci si può iscrivere con il proprio nome, il proprio telefono e scaricare la copertina personalizzata ma non solo…nei prossimi mesi sono in arrivo altre iniziative.

Terrorismo registro passeggeri aerei

Terrorismo, nasce il registro passeggeri aerei: l’Unione Europea ha votato sì

isola simona ventura lucarelli

Selvaggia Lucarelli scrive a Simona Ventura: “Hai fatto la fine del gatto in tangenziale ma sei meglio ora”