in

Francesco Scianna: età, altezza, peso carriera e vita privata dell’attore de “La stagione della caccia”

Questa sera su Rai 1 andrà in onda la fiction La stagione della Caccia, tratto dall’omonimo romanzo storico di Camilleri. Rai 1 ci riporta indietro nel tempo, il 1800, e ci regala ancora una volta uno spaccato della bellissima Sicilia. Si torna a Vigata per nuove avventure insieme al protagonista del romanzo Alfonso La Matina. A vestire i panni di Alfonso c’è il bravissimo attore italiano Francesco Scianna. Francesco è un volto conosciuto sia al mondo della televisione che a quello del cinema. Scianna vanta numerosi film importanti nella sua carriera come ad esempio L’odore del sangue di Martone o Allacciate le cinture di Özpetek. Questa sera, 25 febbraio, Francesco è pronto a tornare in tv per regalare a tutti gli spettatori uno spettacolo unico tra amore e misteri.

Leggi anche –> “La stagione della caccia”, Andrea Camilleri torna su Rai Uno: tutto quello che c’è da sapere sul film in onda il 25 febbraio

La vita priva di Francesco Scianna

Francesco Scianna è nato a Palermo il 25 Marzo 1982. Ha quasi 38 anni, è alto 182 cm e pesa 72 kg. Segni particolari la folta chioma riccioluta e dal colore del cioccolato e gli occhi castani che gli conferiscono uno sguardo profondo. E’ del segno dell’ariete e come tutti i nati sotto questo segno è un miscuglio di energia e dinamismo, un vero e proprio pifferaio magico delle persone. Francesco Scianna è figlio di un ingegnere e di un’insegnate. Comincia la propria carriera di attore in teatro, fin dai tempi in cui frequentava il Liceo Scientifico Galilei. Si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico e inoltre studia con Francesca Viscardi Leonetti, pedagoga e direttore artistico della Free Mistake Project. Il grande successo arriva nel 2009 quando interpreta il ruolo di Peppino Torrenuova, protagonista maschile del film Baarìa. Per quanto riguarda la vita privata ha avuto diverse relazioni tra cui quella con Matilde Gioli. Scianna inoltre è molto attivo anche sui social.

La carriera di Francesco Scianna

Francesco Scianna, dopo il diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, debutta nel 1997 con il recital di poesie di Salvatore Quasimodo. Nel 2002 esordisce nel cinema con Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini, a cui fa seguito L’odore del sangue nel 2004 con la regia di Mario Martone. Dopo questi film gira alcune fiction televisive: La luna e il lago, regia di Andrea Porporati, film tv in onda nel 2006 su Rai Uno, e la miniserie tv di Canale 5, Il capo dei capi. Il grande successo arriva nel 2009 quando interpreta il ruolo di Peppino Torrenuova, protagonista maschile del film Baarìa, regia di Giuseppe Tornatore, che vede come protagonista femminile l’esordiente Margareth Madè. Il film, oltre ad ottenere un lusinghiero successo al botteghino, viene candidato a partecipare come film italiano agli Oscar 2010 e viene anche candidato ai Golden Globe. Nel 2012 viene scelto per la campagna pubblicitaria di Dolce&Gabbana primavera/estate e successivamente riconfermato per quella autunno/inverno. Nel 2015 prende parte alla commedia Latin Lover e nel 2016 è tra i protagonisti della serie La mafia uccide solo d’estate. Da questa sera, 25 febbraio 2019, fa parte anche della fiction Rai La stagione della caccia.

Leggi anche –> Andrea Camilleri, 5 cose che (forse) non sai sullo scrittore siciliano, autore de “Il commissario Montalbano”

Gianni Alemanno, condannato a sei anni per l’inchiesta Mondo di mezzo

Elezioni regionali Sardegna 2019: risultati in tempo reale – LIVE BLOG