in ,

Francisco de Zurbarán: mostra alla Fondazione Ferrara Arte

Ferrara farà da cornice alla prima retrospettiva italiana interamente dedicata a Francisco de Zurbarán, il pittore del Seicento così bravo a giocare con la luce da meritarsi l’appellativo di “Caravaggio spagnolo”. Merito della Fondazione Ferrara Arte e del Centre for fine arts di Bruxelles, che sono riusciti a radunare i capolavori dell’artista sparsi in mezzo globo, mettendoli a disposizione del grande pubblico fino al 6 gennaio 2014.

In Zurbarán l’arte figurativa sacra – come suggerisce lo stesso curatore della mostra Ignacio Cano – viene trasformata e reinterpretata in “una iconografia assolutamente originale”, che fa dei dettagli il suo fiore all’occhiello. Essenziale eppure monumentale, interprete della religiosità controriformista eppure amante del profano: nell’esposizione di Ferrara sarà possibile conoscere più da vicino il lato “oscuro” dell’artista che nei secoli ha incantato il pubblico grazie ad un uso sapiente della luce e a una forza espressiva capace di commuovere.

Lo spettatore potrà ammirare una vasta produzione che va dalle fatiche di Ercole alle tenebrose raffigurazioni agiografiche, dalle celebri nature morte (bodegone) ispirate a incisioni fiamminghe alle scene religiose ricollocate in contesti quotidiani.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19 e il costo del biglietto è di 10 euro (con riduzioni previste per studenti, over 65 e categorie convenzionate). Per maggiori informazioni, visita il sito www.palazzodiamanti.it .

Seguici sul nostro canale Telegram

Ecco perchè non c’è vita su Marte, la scoperta del robot Curiosity

belen rodriguez e stefano de martino

Belen Rodriguez prima del matrimonio: “Darò una sorellina a Santiago”