in

Franco Gabrielli, stoccata a Salvini: «Le magliette della Polizia? I cittadini non sono idioti»

Franco Gabrielli oggi, 10 settembre 2019, ha inaugurato la nuova sala operativa della Questura di Napoli e alla fine dell’evento ha risposto a diverse domande. Il Capo della Polizia si è ritrovato a rispondere anche ad alcune domande sull’ex Ministro degli Interni, Matteo Salvini. Salvini è solito indossare la maglia delle forze dell’ordine. Su questo gesto compiuto da Salvini, Franco Gabrielli ha detto la sua. Gabrielli aveva definito la scelta dell’allora ministro “un gesto di attenzione” e anche oggi ha confermato il suo pensiero.

Leggi anche –> Chi è Paolo Gentiloni, nuovo commissario europeo per gli affari economici

Le parole di Franco Gabrielli su Salvini

Il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha risposto alla domanda su cosa pensi del gesto di Matteo Salvini di indossare spesso la maglietta delle Forze dell’Ordine. Le parole di Gabrielli sono state: «Lui veramente lo utilizzava come una modalità per farsi sentire come parte. Ho sempre detto, ma signori miei un ministro dell’Interno che è l’unica autorità di pubblica sicurezza, vertice politico della Polizia di Stato ha bisogno di una t-shirt per riaffermare questa sua funzione? Perché così facendo si rischia di immaginare che i cittadini siano una banda di idioti, che hanno bisogno di una t-shirt, di un vessillo per riaffermare una cosa di questo genere. Se mi sono sentito offeso? No». 

Cosa pensa di  Luciana Lamorgese? 

Su Luciana Lamorgese, neo Ministro dell’Interno, Franco Gabrielli ha dichiarato: «Senza fare retro pensieri, è più facile parlare e farsi comprendere con chi parla il tuo stesso linguaggio ma questo non può essere interpretato come un giudizio di valore. L’ho sempre detto anche quando venivo additato a mia insaputa, il ministero dell’Interno ha forse più bisogno di un ministro politico che tecnico, ma questa è un’altra storia». Infine, sulla rabbia della famiglia del vigilantes ucciso per il permesso dato ad uno dei killer ha dichiarato: «Come dargli torto. Il problema è che questo Paese morirà di bulimia normativa, si fanno leggi in continuazione che poi alla fine non producono gli effetti, c’è la necessità di una rivisitazione complessiva. Il tema è che gli interventi normativi spot a volte producono più danni del preesistente. C’è una parolina magica che però nel nostro paese ha sempre avuto poco successo ed è riforma».

Leggi anche –> Governo Conte fiducia al Senato, Paragone (M5S): «Farò un discorso durissimo»

Morgan dopo lo sfratto

Morgan, la vita dopo lo sfratto: «Sto molto male, vivo in uno sgabuzzino tra gli insetti»

ultimi sondaggi politici

Ultimi sondaggi politici, Swg: percentuali dei partiti al 10 settembre 2019