in

Freeduck, l’evoluzione della ruota per bici Made in Italy

Natale è alle porte, quindi quale occasione migliore per parlarvi di questo prodotto? Perfetto per fare (o per farvi) un regalo, e per fare un regalo anche all’ambiente. Freeduck Wheel è la ruota che permette di trasformare una bicicletta tradizionale in una a pedalata assistita. Nasce dalla ricerca di una grande realtà italiana come Ducati energia. Rispecchia i valori della tradizione Made in Italy ponendo l’attenzione sulla mobilità sostenibile.
Grazie ad un sistema elettromeccanico in grado di misurare l’intensità dell’energia applicata, fornisce al ciclista un’assistenza proporzionale a quella della pedalata. Attraverso la connessione Bluetooth l’utente può sia impostare i livelli di assistenza della ruota, sia ricevere informazioni sul suo stato (autonomia residua, km percorsi, ecc.) direttamente sul proprio smartphone (Apple, Android e Windows).

Si installa come una qualunque ruota posteriore in meno di due minuti ed è subito pronta all’uso. Se invece devi cambiare la tua bicicletta è possibile acquistare direttamente le biciclette Freeduck, con la Freeduck wheel già installata.
Freeduck è l’ideale anche per scoprire la città visitandola agevolmente, ma anche per godersi gite fuori porta indimenticabili, fatte di natura, di piccole trattorie dove fermarsi per una sosta corroborante a fare il pieno di energia, di scorci nascosti da scoprire, sempre in sella alle nostre due ruote di libertà.

Cinque buoni motivi per scegliere di muoversi in bicicletta

Di motivi per scegliere di muoversi sul prezioso equilibrio instabile delle due ruote ce ne sono tantissimi. È di Einstein l’aforisma: la vita è come la bicicletta, per stare in equilibrio devi continuare a muoverti. È proprio così, la bici è movimento, energia in libertà, vita.

Ma ecco i 5 principali motivi per scegliere la libertà su due ruote.

1 Eviti le code e lo stress da parcheggio.

Le statistiche parlano chiaro: ognuno di noi trascorre in media un’ora e mezza inscatolato nella propria auto, per non parlare del tempo perso e dello stress accumulato nel cercare parcheggio una volta arrivati a destinazione. Tutto questo mentre chi sta in sella a una bici sorpassa le code in un soffio, godendosi la brezza sul viso e poi tac! Scende e posteggia dove vuole.

2 Non inquini

Bè, anche l’ambiente vuole la sua parte, e mentre le automobili producono in media ben 150 gr di anidride carbonica per chilometro, una bicicletta al massimo produce il leggero ronzio dei pedali che girano, a volte una canzone stonata, da parte di chi pedala e tanto, tantissimo buon umore.

3 Risparmi

Il pieno di carburante di un’auto costa mediamente 87 euro. Mentre una bici fa il pieno di energia solo da parte di chi pedala. Una bici a pedalata assistita invece ha solo bisogno di qualche ora attaccata a una presa di corrente per ricaricarsi.

4. Fai attività fisica e ti senti meglio

La bici, lo sanno anche i bambini, è una delle migliori attività fisiche che esistano. Non affatica le giunture, mantiene in forma, migliora la tonicità muscolare, l’umore, e anche il colorito, essendo un’attività all’aria aperta. Come effetto collaterale può aumentare l’appetito, però fa anche bruciare parecchie calorie, circa 300 all’ora, e quindi viva l’appetito che viene pedalando!

5 Scopri la città da un punto di vista tutto nuovo

Andare in giro per la città o fare delle gite fuori porta in sella a una bicicletta, liberi di andare dappertutto, liberi dal traffico e dalla fatica, consente di guardare i soliti posti da un altro punto di vista, e con occhi nuovi. E’ la scoperta di un altro passo, di nuovi scorci, della libertà.

Se la bicicletta è libertà, sostenibilità, tempo libero di qualità, Freeduck lo è ancora di più, perché estende questi benefici anche a persone meno allenate e abituate alla fatica dei pedali e soprattutto apre a un’infinità di attività che diventano possibili, anzi, bellissime da fare proprio grazie a Freeduck e alle sue caratteristiche: pedalata efficacemente assistita e capacità di trasportare agevolmente e in modo sicuro carichi quali pacchi, borse e sacchetti vari.

Fare shopping, per esempio

Cosa c’è di più bello di gironzolare guardando le vetrine direttamente dalla sella e poi entrare nei negozi e comprare ciò che ci pare lasciando la bicicletta posteggiata proprio lì davanti? Questo con le biciclette Freeduck è possibile proprio grazie al capace cestello e alle sacche laterali, in grado di contenere anche gli attacchi di shopping compulsivo! Grazie alla pedalata assistita inoltre, portare pesi non sarà un problema, quindi, via libera allo shopping selvaggio!

Stesso discorso per l’andare in palestra: quante volte notiamo il controsenso di usare un mezzo a motore per andare a fare attività fisica? Adesso con Freeduck è possibile evitarlo, borsa a tracolla o nel cestello e via, senza troppo sforzo ma già in dolce riscaldamento verso l’allenamento.

C’è poi chi desidererebbe muoversi in città nella vita di tutti i giorni, anche per andare al lavoro, ma teme di arrivare in ufficio o ad un incontro importante affaticato, stropicciato o peggio, accaldato. E chi vorrebbe tanto diventare un ciclista urbano ma vive in città con troppi saliscendi. Freeduck fa proprio al caso loro, toglie la fatica, lascia solo il piacere di pedalare.

Qui il sito dell’azienda, tra l’altro sul loro sito regalano anche una guida con alcuni itinerari davvero belli.

Teresa Cilia, ex tronista di “Uomini e donne”, alle prese con la crisi matrimoniale e gli attacchi di panico

Incentivi 2019 auto elettriche, ibride, a metano: la proposta del governo, Di Maio fa chiarezza