in

Frosinone, 68enne ucciso a coltellate dal figlio al culmine di una furibonda lite

Frosinone, 68enne ucciso a coltellate dal figlio al culmine di una furibonda lite. Il dramma familiare si è consumato nella tarda serata di ieri, 1° agosto, in una abitazione di Badia di Esperia, nel Frusinate. Un trentenne è accusato di aver ucciso, pare con 4 coltellate, il padre quasi settantenne. Il giovane, ricoverato in ospedale, è in stato di fermo. Entrambi gli uomini si sarebbero aggrediti a colpi di coltello, tanto che anche il presunto assassino avrebbe riportato gravi ferite.

La vittima è Antonio Teoli, 68enne di Badia di Esperia. Ucciso a coltellate durante un acceso litigio con il figlio scoppiato per motivi ancora da chiarire e tuttora al vaglio degli inquirenti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il figlio 30enne avrebbe colpito almeno quattro volte il padre con un’arma da taglio, lasciandolo a terra privo di vita, come lo hanno trovato i carabinieri una volta giunti sulla scena del crimine.

Potrebbe interessarti anche: Franco Battiato malattia: la famiglia e l’amico Roberto Ferri rompono il silenzio

Subito dopo aver ucciso il padre, il ragazzo, a sua volta ferito dal genitore a colpi di coltello, si è barricato in casa nel disperato tentativo di sfuggire ai carabinieri che però sono riusciti a trarlo in arresto e soccorrerlo, visto che era gravemente ferito. Il 30enne, che al momento si trova ricoverato presso l’ospedale “Santa Scolastica” di Cassin , è in stato di fermo giudiziario e guardato a vista dai carabinieri.

Replica Temptation Island 2018 ultima puntata del 1 agosto: come vedere il video integrale

Temptation Island 2018 news, Martina rifiuta di sposare Gianpaolo: dure critiche, lei risponde così