in ,

Frosinone, sbranato da cinghiale news: trovato proiettile nel corpo della vittima

Giallo nel Frusinate, dove stamani un uomo di 65 anni ha perso la vita a causa di quella che inizialmente era sembrata l’aggressione di un cinghiale ma che, una volta trasportato il corpo della vittima in obitorio, si è rivelata una morte causata da un colpo di arma da fuoco.

Sì, perché nella gamba di Luciano Bondati, morto dissanguato nelle campagne di Ferentino, nel Frusinate, i medici hanno trovato un pallettone che gli ha reciso l’arteria femorale. L’uomo era stato trovato, esanime, in una pozza di sangue in località Parete, zona di campagna non distante dalla sua abitazione. In un primo momento si era pensato che la profonda ferita alla gamba gli fosse stata procurata da un cinghiale, ma in realtà le cose non sarebbero andate così. Ad ucciderlo sarebbe stato un colpo di fucile partito per errore.

Luciano Bondati era un cacciatore, e praticava la caccia al cinghiale molto diffusa nella zona, anche se non in questo periodo dell’anno. Al momento, dunque, l’ipotesi più accreditata è che sia trattato di un incidente di caccia.

Spurtlèda 58

Le star della motoGP sui kart: da Valentino a Dovizioso in memoria del Sic

capelli stars

Capelli 2015 tendenze: i look vip più cool per l’autunno 2015 tra acconciature, tagli e make up