in ,

Funerali Valeria Solesin: Venezia piange, per lei almeno 10mila persone e una dignità rara

Venezia, bellissima e malinconica a novembre, non si poteva scegliere posto più adatto per accogliere la tristezza senza fondo che più di diecimila persone, accorse da tutta Italia, provano nel dare l’ultimo commiato a Valeria Solesin. La 28enne italiana ammazzata al Bataclan venerdì 13 novembre dai terroristi. Per la ricercatrice funerali di Stato in Piazza San Marco, gremita. Nessun rito religioso ma la libertà di ricordare Valeria attraverso le parole di chi l’ha amata e conosciuta bene.

A nome della Francia voglio dire che non dimenticheremo Valeria, venuta da noi a studiare per amor di cultura e che ha trovato la morte sotto il fuoco dei terroristi. Condivido il dolore dei suoi genitori e amici di una dignità ammirevole e di tutta l’Italia.” Questo il messaggio inviato dal Presidente Hollande letto dal nostro Ministro della Difesa Pinotti.

Mai fermarsi, mia sorella non ce lo perdonerebbe mai” queste le parole del fratello Dario che, insieme ai genitori, si stringe in un dolore che l’Italia ha adottato, ma destinato a rimanere una maledizione privata. Dignità e compostezza anche nelle parole del padre di Valeria “Nessuna paura. Non si deve. Lei ci ha insegnato a non averla per quello che ha fatto. Qui nessun fondamentalismo”. Tante le istituzioni presenti, dal Presidente Mattarella alla moglie di Renzi, Agnese Landini. Anche Gino Strada, presidente di Emergency, si scorge fra le fila degli astanti.

 

Arsenal-Manchester City 2-1 highlights

Arsenal – Dinamo Zagabria: orario, diretta tv e ultime news Champions League

Afghanistan attacco terroristico TV di Stato

Isis news: 14 militanti uccisi, pericolo armi chimiche e radiologiche