in

Fusione Fca-Renault, arriva la proposta ufficiale: Piazza Affari apre in positivo

Boom in borsa! Grazie alla proposta ufficiale fusione da parte di Fiat Chrysler Automobiles a Renault, il titolo a Piazza Affari ha aperto con un +15%. Fca, da tempo alla ricerca di alleanze strategiche sul mercato in un’ottica di cessione delle attività europee del gruppo, ha presentato una proposta di fusione con Renault per creare uno dei principali gruppi automobilistici al mondo. Da questa mega fusione nascerebbe una società di diritto olandese le cui azioni sarebbero ridistribuite al 50% tra i soci Fca e quelli di Renault. La nuova società entrerebbe così nel podio del settore automobilistico, terza con 8,7 milioni di veicoli venduti annualmente. Inoltre, secondo le indiscrezioni che circolano in queste ore, la fusione non prevederebbe la chiusura di nessuno degli stabilimenti.

Leggi anche –> Mike Manley biografia e cv del nuovo ad di FCA: ecco chi è l’erede di Marchionne

La nascita di una super società

L’accordo dovrebbe arrivare, ma i tempi di attesa potrebbero non essere brevi. L’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, in una lettera ai suoi dipendenti, ha scritto: “Crediamo che i benefici che matureranno da una fusione tra Renault e Fca si estenderanno anche ai partner dell’alleanza Mitsubishi e Nissan. E non vediamo l’ora di coinvolgerli in opportunità ancora più grandi e reciprocamente vantaggiose”. Manley poi ha aggiunto: «Anche se non c’è ancora certezza sulla conclusione dell’operazione, puntiamo ad agire il più rapidamente possibile per assicurarci un accordo definitivo con il gruppo Renault. l cda e io rimaniamo fiduciosi nella nostra strategia indipendente e guardiamo a questa fusione di una posizione di forza avendo chiuso il 2018 con la migliore posizione finanziaria dalla costituzione di Fca”.

Mike Manley spiega il perché della proposta alla Renault

Nella lettera Mike Manley, amministratore delegato della Fiat Chrysler Automobiles, ha spiegato anche il perchè della scelta di fare l’accordo con la Renault. Manley ha scritto: “Nel gruppo Renault abbiamo trovato un partner affine che vede il futuro come noi. Quelle che sono iniziate, qualche tempo fa, come conversazioni operative per una maggiore collaborazione, si sono trasformate in una trattativa sulla fusione, dal momento che abbiamo riconosciuto gli enormi potenziali benefici per entrambe le società che risulterebbero dal mettere insieme i loro business”. Infine ha aggiunto: “Per noi questa operazione ha il potenziale per aggiungere valore a tutto campo: per Fca, Group Renault e per tutti i nostri stakeholder, così come per tutti i partner dell’alleanza. Sarà anche un esempio per tutto il settore di cosa si può realizzare se si è coraggiosi”. Dunque i presupposti perché l’accordo Fca-Renault vada in porto ci sono tutti.

Leggi anche –>  Fusione Fca-Hyundai: tra indiscrezioni e rumors fantasiosi

Elisabetta Gregoraci Instagram: la foto sexy in bianco e nero scatena i fan

Moby e Tirrenia lavoro da sogno: pagati per andare in crociera, 10mila euro per un solo giorno