in ,

G20 2013, Visco e Saccomanni: “instabilità politica frena la ripresa”

Al G20 in corso in Russia, si discute di temi caldi, dedicati all’evasione fiscale e del lavoro Visco e il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni, hanno più volte ribadito che uscire dalla crisi è possibile, una ripresa attesa per la fine del 2013. Secondo il governatore di fondamentale importanza è mantenere stabilità politica e istituzionale del paese. Visco ha incentrato il su discorso al G20 di Mosca, proprio alla lotta all’evasione fiscale e all’emergenza lavoro. Il paese dovrebbe godere di uno spread inferiore a quello attuale, attualmente appena sotto i 300 punti, mentre l’Italia meriterebbe un numero intorno ai 100.
saccomanni


Fabrizio Saccomanni, Ministro dell’Economia siede accanto al governatore della Banca D’Italia durante la presenza al vertice: “Ci meritiamo uno spread più basso”, c’è stata una fase di volatilità, dovuta agli annunci della Fed Usa poi qualche tensione per la situazione di Grecia e Portogallo”. Ministro e governatore abbracciano insieme la stessa causa, insistendo in maniera particolare su un punto per loro chiave, cioè rilanciare gli investimenti favorendo l’accesso delle imprese a capitali non bancari a lungo termine attraverso strumenti innovativi. La crisi italiana da ormai sette anni non riesce a vedere una ripresa, riforme mancate e da una politica inattiva da circa un ventennio sono le cause principali. Sia Saccomanni che Visco, nonostante vedano una ripresa nel breve periodo sanno bene che si tratterà comunque di pochi decimali di crescita (+0,7% nel 2014), a fronte di una crisi che ha spazzato via più del 7 per cento del prodotto interno lordo dallo scoppio della crisi.

costantino della gherardesca

Pechino Express anticipazioni: Massimo Ciavarro, Massimiliano Rosolino e I Cesaroni

Bruce Lee: 40 anni fa scompariva l’attore emblema dell’arte marziale