in ,

Gaffe in diretta dalla D’Urso di una Preside “C’erano dei ca..i israeliani”

Collegamento in diretta da Barbara D’Urso con una Preside vicentina che ha avuto la pessima idea (non perché l’idea in sé fosse pessima, tutt’altro) di proporre dei canti di Natale da tutto il mondo alla recita dei bambini facendo imbufalire dei genitori che, sul piede di guerra, rivendicano il diritto di dare più spazio alle proprie tradizioni sentendosi minacciati da questo tentativo, tutt’altro che spregevole, di ricordare che prima che in Italia siamo in Europa e siamo cittadini del mondo.

La Preside, attorniata da nugoli di genitori che rivendicavano la volontà di un repertorio italiano almeno al 90% (perché se canti Jingle Bells in inglese non è Natale, a quanto pare secondo i genitori, figuriamoci se facciamo cantare un canto africano natalizio) ha cercato, invano, di spiegare le sue ragioni portando avanti la volontà di integrare le culture senza togliere nulla a nessuno, anche perché se stiamo facendo la festa di Natale evidentemente il rito che stiamo seguendo è cattolico e non stiamo portando avanti un rito induista…

Ma nulla, i vicentini non vogliono sentire ragioni, supportati anche dall’onorevole Buonanno in studio – che ricordiamo aveva proposto di delimitare i confini del suo comune con del filo spinato elettrificato per tenere eventuali profughi “lontani come i cinghiali” – ogni volta che la Preside tenta di spiegarsi viene poi investita dall’ira dei genitori. Forse questa tensione ha portato alla gaffe in diretta: mentre cercava di spiegare che si trattava di canti tipici da tutto il mondo è arrivato il lapsus “C’erano anche dei ca..i israeliani”.

 

Anoressia colpisce anche i bambini

Anoressia Bulimia, dati allarmanti: sale il numero di bambini colpiti dal disturbo

Istanbul bomba metro

Istanbul bomba nella metro: forse un morto e diversi feriti