in

Galatina, incendio terribile alla fabbrica Colazzo: nube nera avvolge il centro storico

Un brutto risveglio per la Puglia, un’azienda di Soleto, la EdilColazzo, situata tra Galatina e Soleto, nei pressi dello stadio, è stata avvolta da un terribile incendio. Una nube nera si è propagata in tutta la cittadina in provincia di Lecce. Gli abitanti allarmati hanno subito notato la Chiesa Madre, nel centro storico, coperta da quell’oscura nube. La colonna nera di fumo sarebbe stata causata dall’incendio di alcuni tubi di gomma, proprio per questo all’EdilColazzo sono subito arrivate due autobotti dei Vigili del Fuoco. Urgente era infatti domare le fiamme ed evitare rischi di intossicazione. Sul posto pure i Vigili della Polizia Locale di Soleto e quelli di Galatina.

Galatina incendio: sul posto i vigili del fuoco

Difficile capire cosa abbia scatenato l’incendio e ricostruire la dinamica di quanto successo qualche ora fa. Secondo le prime indagini si sarebbe trattato di un cortocircuito all’interno dello stabilimento che avrebbe poi letteralmente divorato molto materiale edile presente nella fabbrica, provocando il fumo nero che ha raggiunto il centro abitato di Galatina. Il portale web “SoloLecce” ha pubblicato alcune immagini live che mostrano l’attuale situazione in Puglia, dalla strada provinciale Galatina-Soleto, dove si trova la fabbrica Edil Colazzo: «Sta bruciando con colonne di fumo alte decine di metri un capannone industriale di materiale edilizio, vernici, gomme e plastiche per plasmare e disegnare rivestimenti d’arredo e di abitazioni!».

La nube nera ha avvolto il centro storico di Galatina

Bisognerà attendere qualche ora per avere la certezza di quanto accaduto. Al momento sembra che il grave incidente avvenuto questa mattina intorno alle 11 non abbia causato morti né feriti. Oltre ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine, sono stati allertati anche gli uffici Asl e la direzione Arpa, proprio perché a preoccupare è la nube oscura.

leggi anche l’articolo —> Meningite in Italia, è davvero allarme? Gli ultimi casi, cosa c’è da sapere

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Ryanair offerte di lavoro: nuove assunzioni nel 2019, ecco come candidarsi

Influenza 2019, picco in arrivo: sintomi e come difendersi