in ,

Gasparri show “Chiesimo? E’ pieno di teste di cazzo che non hanno nulla da fare”

L’Onorevole Maurizio Gasparri è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, parlando di numerosi temi, ma soffermandosi anche sulla “polemica“, o meglio presa in giro, nata per un suo tweet. Nel cinguettio l’ex Ministro ha scritto, sbagliando il verbo “chiesimo“. Uno sfondone che non è passato inosservato al popolo del web, pronto a bacchettare l’italiano dell’Onorevole.

E’ pieno di teste di cazzo che non hanno nulla da fare e guardano queste cose – così il Senatore sul’argomento – Sono delle teste di cazzo, imbecilli, tossici, dovono uscire dalla droga, contatterò una comunità terapeutica per farli aiutare“. Gasparri è apparso alquanto infuriato per il modo in cui è stata montata la vicenda. L’ex Ministro alle telecomunicazioni si è poi giustificato dicendo “Chiesimo? Non l’ho scritto io, ma una ragazza del mio staff che stava seguendo una diretta televisiva. Che dovrei fare, lapidarla per un errore di battitura?“.

Ma la sfuriata non è finita qui. Infatti Maurizio Gasparri ha continuato la sua invettiva, affermando “Non licenzio la mia collaboratrice, licenzio le teste di cazzo che perdono tempo inutilmente sulla rete dietro a queste cose. Io non scrivo ‘chiesimo’, non dico ‘chiesimo’, come le teste di cazzo che non sanno neanche leggere. Il mio profilo su Twetter è oggetto di una particolare attenzione? Perché sono delle teste di cazzo incapaci di esistere, esistono solo nella misura in cui criticano me. Sono dei frustrati e dei tossici“. Un vero e proprio show che ha oscurato il dibattito sulla situazione delle comunali di Roma.

Aggiornamento WhatsApp

WhatsApp Messenger web pc Android 2.12.539: download disponibile per corsivo e grassetto

Facebook login: scoprire la password è semplice, ecco come e cosa fare