in

Gaza: dopo i volantini di allerta Israele bombarda Beit Lahya

Continuano le tensioni nella striscia di Gaza. Nel pomeriggio erano stati allertati tutti gli abitanti della zona. Telefonate, catene di messaggi e volantini riportavano: “Chiunque trascuri le istruzioni dell’esercito metterà la vita di se stesso e della sua famiglia a rischio. Attenzione”. L‘esercito israeliano sulla zona di Beit Lahia, nel nord della striscia di Gaza, aveva intimato alla popolazione di lasciare le proprie abitazioni.

Israele bombarda Gaza

E’ cominciato così il pellegrinaggio di fuga. Uomini, donne, anziani, bambini, hanno raccolto l’indispensabile e con ogni mezzo hanno lasciato l’area, scappando altrove, senza una precisa meta. Molti non sanno dove andare. Avevano e hanno paura. Una paura fondata, perché dopo i ripetuti moniti, le bombe sono arrivate. Israele ha aperto il fuoco contro Beit Lahya, perché, secondo l’esercito, quella zona sarebbe la postazione lancio nemica dei  razzi a lunga gittata.

L’Europa sta cercando di mediare per intervenire in merito ad una guerra che affligge il Medio Oriente da troppi anni e miete un numero ingiustificabile di vittime. “Il conflitto israelo-palestinese ha già devastato troppe generazioni. Serve una tregua immediata”, così si è espressa sull’emergenza Medio Oriente il ministro degli Esteri Federica Mogherini alla vigilia della sua partenza per la missione che la  porterà proprio in quei luoghi.

laura pausini senza lingerie concerto perù

Laura Pausini dice basta alla maternità: “Paola resterà figlia unica”

Luce Barucchi Uomini e Donne confessione

Uomini e donne: Luce Barucchi tronista? “Non escludo niente”