in ,

Gaza, Israele colpisce scuola Onu e fa 43 morti, Hamas: “Nessuna tregua”

Nella striscia di Gaza è stata un’altra notte di dramma. Una scuola dell’Onu nel centro di Jabaliya, dove si erano rifugiati decine di palestinesi, è stata colpita dell’artiglieria di Israele. Secondo le fonti umanitarie sarebbe stato un carro armato a sparare due volte contro i muri dell’istituto, colpendo un particolare due classi e facendo almeno 43 morti.

Israele Hamas

Hamas ha subito risposto attraverso il suo braccio armato, le brigate Qassam: “Israele si troverà davanti dei combattenti bramosi di immolarsi. Non ci sarà nessuna tregua finchè Israele non lascerà Gaza”. E’ probabile che nelle prossime ore venga aperto un nuovo fronte di scontri a nord della striscia.

Il gabinetto di sicurezza di Israele si riunirà in giornata: praticamente impossibile che in questo clima venga trovata una soluzione pacifica, nonostante ieri, nel primissimo pomeriggio, l’esercito israeliano aveva fatto trapelare che tutti gli obiettivi dell’offensiva erano stati raggiunti. Il bilancio delle vittime, intanto, sale inesorabilmente: 1269 palestinesi morti nell’offensiva, 57 i soldati dell’esercito israeliano caduti, con più di 200 bambini sotto i 12 anni tra le vittime e molte donne. I feriti sono oltre 7150 feriti.

verona parcheggio centro cmmerciale violenza donne

Verona: camionista violenta donne nel parcheggio di un centro commerciale, arrestato

Caffè e Cannella diventano plastica biodegradabile

Plastica vegetale: fatta con caffè, prezzemolo e cannella