in ,

Gaza, proposta di tregua umanitaria, intanto notizie shock sulla scuola abbattuta

Nazioni Unite, Stati Uniti e diplomazia internazionale hanno proposto una tregua umanitaria di una settimana a partire da domenica. E’ però necessario un grande lavoro di accordi perchè Israele e Hamas pretendono l’opposto. Israele (con l’appoggio degli alleati) vuole restare nella striscia di Gaza, attaccata ed invasa dal 12 luglio. Hamas vuole che l’esercito se ne vada, che venga concesso un porto e uno spazio marino ai pescatori palestinesi; e un aeroporto. Hamas vuole aprirsi al mondo anche attraverso un valico vero l’Egitto. Nel frattempo, però, proprio i tempi lunghi degli accordi per raggiungere una tregua hanno causato la strage della scuola.

crisi medio oriente

Ieri l’artiglieria israeliana ha colpito una scuola dell’Unrwa (l’ente dell’Onu per i rifugiati) situata a Beit Hanun, nel Nord della Striscia di Gaza. Qui avevano trovato riparo numerosi sfollati, molti dei quali sono rimasti uccisi e feriti dalle armi da fuoco. L’agenzia di stampa Maan parla di almeno 16 vittime circa 200 feriti. Oggi emergono notizie shock.

Era infatti stato organizzato un corridoio umanitario per permettere ai civili di lasciare la scuola. L’accordo, però, non è stato raggiunto nei tempi stabiliti e allora Israele ha bombardato l’istituto. E proprio mentre si contavano i morti e i feriti un altro missile dell’esercito regolare è caduto vicino alla scuola. Il fatto è stato stigmatizzato anche dall’Onu, che farà inchiesta per capire responsabilità. I morti dall’inizio delle ostilità sono più di 800.

risultato amichevole milan

Milan perde 3-0 in amichevole contro l’Olympiacos a Toronto

politica italiana ultime notizie

Riforme: il Governo cerca una mediazione con le opposizioni, l’8 agosto è solo il primo ostacolo