in , ,

Gender, National Geographic risponde alle accuse di Avvenire: “Il nostro giornale affronta la questione dal punto di vista scientifico”

Tra il National Geographic e Avvenire è guerra aperta a suon di lettere e riflessioni sul tema del “gender” o “identità di genere”. Dopo la pubblicazione di un articolo sulla celebre rivista internazionale, infatti, un dossier su Avvenire ha aperto la polemica sul modo in cui l’argomento è stato trattato. Pronta la risposta del direttore di National Geographic Italia: “Affrontiamo la questione dal punto di vista scientifico”.

E’ scoppiata la polemica tra Avvenire e National Geographic dopo che, proprio su quest’ultimo, è uscito un articolo che esplora il delicato tema dell’identità di genere. Sul giornale di stampo cattolico, infatti, è apparso un articolo dal titolo “Bambini sbattuti in prima pagina per la propaganda transgender” che accusa la celebre rivista scientifica americana di strumentalizzazione dei casi riportati. Nell’articolo – che sarà pubblicato anche in Italia a partire dal 3 gennaio – vengono infatti raccontate le storie di 80 bambini provenienti da tutto il mondo, racconti che vogliono sensibilizzare i lettori del National Geographic ad un nuovo approccio alla questione del gender. “Ma per mostrare comprensione è necessario pubblicare decine di foto senza censura di bambini afflitti da problemi di differenziazione sessuale? Le immagini, bellissime e drammatiche, sono una sorta di giro del mondo dell’infanzia transgender” si legge sull’Avvenire.

=> NATIONAL GEOGRAPHIC: LE FOTO PIÙ’ BELLE DEL 2016

La disputa tra Avvenire e National Geographic non finisce però qui: a pochi giorni di distanza, infatti, Marco Cattaneo – direttore di National Geographic Italia – risponde al giornale cattolico affermando “Al contrario di quanto sostiene l’autore, il numero speciale sull’argomento affronta la questione dal punto di vista scientifico, psicologico, sociale, etico e naturalmente etnico, considerando anche gli stereotipi di genere presenti nelle diverse culture umane.”. Una risposta dura quella di Cattaneo: il direttore, tra le righe, non perde quindi l’occasione di accusare Avvenire di avere uno sguardo troppo dogmatico verso l’argomento in questione. Alla lettera del direttore di National Geographic Italia risponde quindi, ancora una volta, l’Avvenire: nell’editoriale dal titolo “Il direttore risponde” si legge “A noi sembra che da un lato ci sia un serio problema medico-scientifico, dall’altro quello che la vostra caporedattrice Susan Goldberg sintetizza come l’obiettivo di «rivolgere uno sguardo nuovo al problema del genere». E quale sarebbe questo sguardo nuovo? Quello che pretende di dissolvere la bellezza e la verità del genere femminile e di quello maschile in un indistinto ‘middle sex’ o ‘gender fluid’ (uso ancora termini che leggo nel vostro dossier)?”. Anche in questo caso parole forti: solo nei prossimi giorni, però, sapremo se la battaglia tra le due testate continuerà o meno.

Foto: National Geographic Magazine/Facebook

George Michael compagno: Fadi Fawaz, chi è il giovane amore della star?

Uomini e Donne gossip, Riccardo e Camilla: “ci sposiamo, ora conviviamo”