in

Genocidio israeliano, Penelope Cruz: “Non sono un’esperta”

Penelope Cruz precisa la sua posizione in merito all’appello lanciato qualche giorno fa: “Non voglio essere fraintesa su questo importante argomento. Non sono un’esperta e mi rendo conto della complessità della situazione“, ha affermato l’attrice 40enne in una sua precedente dichiarazione su JustJared.com.
Il mio unico desiderio è che venga firmata tale lettera del gruppo, è una speranza per restituire la pace tra Israele e Gaza. Mi auguro che tutte le parti possano concordare un cessate il fuoco e che non ci siano più vittime innocenti su entrambi i lati del confine. Lo vorrei per l’unità e la pace…Io credo in una civiltà in grado di portare il coraggio di vivere in un mondo in cui gli esseri umani possano vivere fianco a fianco.

almodovar

Qualche giorno fa la stessa star e il compagno,Javier Bardem, avevano stilato una lettera aperta, pubblicata su El Diario, dove condannavano l’incursione israeliana su Gaza chiedendo la fine di quello che secondo loro è da considerarsi “un genocidio“. Pregano affinché torni la pace esortando Israele a “togliere il blocco imposto sulla Striscia da più di un decennio.

Molti musicisti, registi e scrittori hanno sottoscritto il loro appello. Pedro Almodavar è uno dei più famosi fautori. Tutti insieme hanno lanciato un monito: “Gaza vive giorni di orrore. Non c’è più acqua, elettricità. Accedere agli ospedali è impossibile e la comunità internazionale non fa nulla.

pantapareo tendenza estate 2014

Tendenze estate 2014: pantapareo con bikini, il nuovo trend dalle spiagge di Miami

Raffaella Fico e le nozze di Gianluca Tozzi: ecco la reazione della showgirl