in ,

Genova, nuovo sversamento nel Polcevera: “Sostanza infiammabile non identificata”

I vigili del fuoco sono al lavoro dalla tarda serata di ieri, lunedì 2 maggio, a causa dello sversamento a Genova di una nuova sostanza infiammabile, le cui entità e provenienza (si ipotizza la rottura di un’autocisterna) non sono state ancora identificate, nelle acque del torrente Polcevera, da 2 settimane già oggetto di bonifica a causa della fuoriuscita di petrolio da una conduttura dell’oleodotto Iplom di Genova.

I vigili del fuoco e il nucleo Nbcr sono intervenuti dopo la segnalazione da parte dei residenti di un nuovo allarme inquinamento, scattato per lo sversamento di una sostanza infiammabile nel torrente Polcevera, in zona San Quirico a Genova, distante circa 1 Km dal luogo dello sversamento di greggio dello scorso 17 aprile scorso.

Le squadre dei vigili del fuoco hanno immediatamente creato un invaso stendendo a valle delle panne assorbenti e tutta l’area è stata cosparsa di schiumogeno che ora sarà aspirato. “Tutto sotto controllo, non c’è emergenza”, ha assicurato il Ministro dell’Ambiente Galletti, giunto sul posto con il Presidente della Regione Toti e il Sindaco Doria, “Saputo della notizia mi sono preoccupato e ho deciso di venire di persona e verificare la situazione. Si parlava di sostanza infiammabile in una zona già colpita duramente dallo sversamento di greggio del 17 aprile. Arrivato qui ho capito che la situazione non era di emergenza. Lasciamo lavorare i tecnici”.

Torrente inquinato – Immagine di repertorio: Fonte Shutterstock

Concorso infermieri Bari

Concorso infermieri Bari 2016: bando ASL, requisiti e scadenze

ricaricabili

Offerte ricaricabili maggio 2016: TIM, Vodafone, Wind e Tre Italia su Samsung Galaxy S7, S7 Edge, iPhone SE e iPhone 6