Vai al contenuto
Home » Home » Genova, pestato perché ritenuto gay: tre giovani in manette

Genova, pestato perché ritenuto gay: tre giovani in manette

21/09/2015 11:30 - Aggiornamento 21/09/2015 12:50

I carabinieri della Compagnia Genova Centro hanno bloccato e tratto in arresto, tra Milano e Genova, tre giovani accusati del violento pestaggio ai danni di un 45enne, avvenuto la notte dello scorso 14 luglio. L’uomo, insieme ad un amico, era stato massacrato di botte dopo un’occhiata di troppo alla comitiva. Alla domanda “perché ci guardi?” aveva risposto semplicemente di essere sovrappensiero. Tanto è bastato perché cinque o sei persone – secondo gli inquirenti – si avventassero sulla coppia di amici, urlando frasi a sfondo omofobo.

La vittima era poi tornata a casa per raccontare tutto alla compagna. Dopo una circa una settimana si era scoperta la presenza di un ematoma cerebrale che aveva ridotto ridotto l’uomo in fin di vita, costringendolo al ricovero immediato per le gravi condizioni.

Le riprese di una telecamera situata nel luogo dell’aggressione hanno permesso, dopo due mesi di indagini, di individuare tre dei colpevoli, di cui uno era minorenne all’epoca dei fatti. Mentre altre due ragazze, probabilmente presenti quel giorno, sono state denunciate. Sul gruppo pende ora l’accusa di tentato omicidio.