in

Genova, Piazzale Parenzo “piscina a cielo aperto”: traffico in tilt, disagi e rubinetti a secco

«Una piscina a cielo aperto», così “Il Secolo XIX” ha definito la zona di piazzale Parenzo, snodo fondamentale in zona Staglieno, e via Bobbio nel quartiere genovese di Marassi. Tutto sarebbe nato da un guasto ad una tubatura: grave conseguenza di una grossa perdita d’acqua che si è riversata in strada, portando rallentamenti piuttosto importanti alla viabilità della zona in Valbisagno. «Sta uscendo acqua da tutte le parti. La perdita è proprio al centro dell’incrocio. I mezzi passano in direzione monte mentre sono fermi in direzione mare!», aveva raccontato ieri ai giornalisti una commerciante preoccupata.

Genova, Piazzale Parenzo “piscina a cielo aperto”: traffico in tilt e disagi

Sul posto immediatamente erano arrivati i tecnici di Mediterranea delle Acque. Nel tardo pomeriggio il traffico è stato deviato per consentire a operai e ruspe di intervenire riparando il guasto. Iren Gestioni Energetiche aveva fatto precisato che il ripristino della regolarità del servizio sarebbe arrivato in tarda serata, in realtà però non pochi sono i disagi anche stamani. Problemi che hanno colpito non solo gli automobilisti e motociclisti, ma più distesamente i cittadini, allarmati per i rubinetti a secco. Commercianti e residenti, come riporta “Il Secolo XIX”, sono sul piede perché sostengono che «l’incidente fosse ampiamente annunciato».

«Disastro evitabile!», residenti furiosi: «Maggior manutenzione!»

«Il problema è il traffico di mezzi pesanti, lo sanno tutti dopo il crollo del ponte Morandi, da questa strada scendono camion che prima transitavano altrove. E il manto stradale ne risente, è inevitabile. I tubi non si trovano dieci metri sotto terra e in certi punti si vede chiaramente che la strada ha ceduto a causa delle continue vibrazioni. In più, a mio parere, anche i lavori di messa in sicurezza potrebbero essere eseguiti in modo diverso, utilizzando mezzi più grandi si farebbe prima», ha detto Franco Firpo, 75 anni, impiegato comunale in pensione. E non è il solo a pensarla così: «Per evitare tutto ciò dovrà essere aumentata la manutenzione non si vede mai nessuno da queste parti. Siamo abbandonati a noi stessi», ha detto Luciano Elmi, 83 anni, storico magazziniere del Genoa oggi pensionato. Ed è una zona quella di Piazzale Parenzo abitata perlopiù da famiglie, ma anche da tanti anziani, che magari non possono muoversi in maniera autonoma. Ed è proprio a loro che l’Amministrazione di Genova dovrebbe pensare con maggiore premura.

leggi anche l’articolo —> Milano 20enne violentata in strada, il 2° caso in 24 ore: chi è l’aggressore fermato oggi

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Agevolazioni per disabili: online la guida dell’Emilia Romagna

Sciopero Alitalia oggi 9 ottobre: 198 voli annullati, cosa fare in caso di cancellazione o ritardo