in ,

Genova post alluvione: nascono i mercatini del fango

Dopo la tragedia che l’ha colpita negli scorsi giorni, Genova sembra volersi rialzare e tornare a sorridere. Dopo essere stata messa in ginocchio dall’alluvione che ha devastato molte zone – in alcune la situazione non è ancora risanata -, Genova tira fuori la sua grinta e la forza che sempre l’ha contraddistinta, anche in passato.

Gli abitanti di Genova, e in questo caso i commercianti genovesi, che sono stati colpiti dall’alluvione e che hanno visto devastate dalla furia dell’acqua e del fango le loro attività, cercano di arrangiarsi come possono trovando le soluzioni alternative per portare avanti il commercio cittadino e dare così una parvenza di normalità. Con i negozi invasi dal fango, i proprietari hanno deciso di improvvisare bancarelle per vendere la merce che si è salvata o quella leggermente danneggiata a prezzi stracciati. Un’idea che dimostra la grande forza dei genovesi che danno esempio a tutta Italia di come sia possibile reagire davanti a delle disgrazie simili.

como Ied

ComON 2014: la risposta concreta alla fuffa della settimana della moda meneghina

Scuola sciopero 5 maggio 2015

Napoli: uomo armato a scuola, nessun ferito