in

George Clooney Silvio Berlusconi, l’attore ammette: “Fossi ubriaco vi direi tutto sul Bunga Bunga”

George Clooney l’Italia la ama davvero tanto: il volto noto del mondo cinematografico, recentemente impegnato con Ave Cesare e con il nuovo film “The Money Monster”, con cui è al cinema da giovedì 12 maggio 2016, ha raccontato alcuni particolari sulla sua conoscenza con Silvio Berlusconi.  In una recente chiacchierata con il “Fatto Quotidiano”, l’artista americano ha raccontato la sua esperienza nel 2010 con l’ex Presidente del Consiglio che lo aveva invitato a una serata “Bunga Bunga”. “Ricordo che Berlusconi organizzò un volo privato da Milano a Roma per parlare del Darfur: non andai al party successivo e per questo sono stato contattato da Valentini per poter testimoniare a loro favore.” Infatti, l’avvocato Valentini, all’epoca dei fatti deputato eletto nel Pdl e successivamente accusato di falsa testimonianza, voleva far cadere le accuse nei confronti di Silvio Berlusconi sottolineando come tutto fosse stato inventato da Ruby.

Io ad altre serate ero presente ma non posso dire assolutamente nulla di più – continua George Clooneyho una moglie e un futuro. Un giorno forse racconterò tutto, quando sarà ubriaco oppure non avrò più una moglie.” Insomma, Clooney sa benissimo che tipo di feste venivano svolte a casa dell’ex Presidente del Consiglio. Quando venne chiamato per testimoniare, l’attore hollywoodiano mise una condizione imprescindibile: “Quando sono stato contattato per poter testimoniare a favore  di Berlusconi – continua George Clooneyho accettato ma promesso che oltre quella festa avrei fatto menzione di tutte le altre serate.”

Insomma, George Clooney era un habitué di casa Berlusconi e della sua residenza ad Arcore e per questo motivo Valentini ha preferito scegliere un altro testimone piuttosto che l’attore hollywoodiano che avrebbe potuto far uscire fuori troppe notizie scomode.

Bus Napoli incendio

Napoli, autobus in fiamme: l’autista salva 20 passeggeri

Max Verstappen Formula 1 2016

GP Spagna 2016: chi è Max Verstappen, il più giovane a vincere una gara in Formula 1