in

Germania – Romania 4-2 Under 21: Waldschmidt trascina i suoi in finale

Una Romania spinta dal pubblico del Dall’Ara sfiora l’impresa contro la Germania ma perde la possibilità di giocarsi il titolo degli Europei Under 21, dopo aver disputato una competizione da incorniciare, proprio a pochi minuti dal termine, con Waldschmidt mattatore. A Bologna i tedeschi si impongono per 4-2 sui pari età romeni al termine di un match pieno di emozioni e ora attendono il risultato di Spagna – Francia per sapere chi sarà l’avversaria domenica 30 giugno alla Dacia Arena di Udine.

Una marea gialla invade gli spalti del Dall’Ara, con un unico coro “Romania, Romania” che si leva alto sopra gli spalti. I tifosi spingono Radu e compagni che giocano bene e provano a chiudere la Germania nella propria metà campo. L’azione dei Gialli spesso è confusionaria, forse spinta dalla troppa foga di voler accontentare il pubblico del Dall’Ara. E così a passare in vantaggio sono i tedeschi in contropiede al 21′, grazie al velocissimo Amiri che con uno slalom si trova al limite dell’area e insacca un potente rasoterra alle spalle di Radu. La Romania non si abbatte e trova subito la rete del pareggio su rigore: fallo di Baumgarti su Hagi, l’arbitro israeliano Grinfeld chiede l’ausilio del VAR e decreta il penality, dagli undici metri va Puscas che non sbaglia, con Nubel che intuisce ma non blocca. I ragazzi di Radoi si caricano e continuano a spingere, fino a trovare il vantaggio, ancora con Puscas: questa volta l’attaccante scuola Inter segna di testa su perfetto assist di Ivan. E’ il 43′, Germania – Romania 1-2.

Il secondo tempo ricomincia sulla falsa riga del primo, anche se la Germania pare aver alzato il baricentro. L’atteggiamento più offensivo dei tedeschi paga e al 51′ la squadra di Kuntz pareggia i conti, con Waldschmidt che realizza il penalty assegnato alla Germania per un fallo su Dahoud. Al Dall’Ara è di nuovo tutto in parità dunque, punteggio sul 2-2. Il copione cambia lentamente, con i tedeschi a fare la partita e la Romania a giocare di rimessa. Il tempo passa ma il risultato non cambia. All’85’ il neo entrato Nmecha ha sui piedi la palla del potenziale vantaggio ma spreca tutto sparando alto da posizione ravvicinata. Il sogno della Romania si infrange però al 90′ quando Waldschmidt batte Radu su punizione per il 3-2. Nel recupero poi sono ancora i tedeschi ad andare a segno, ancora su punizione, questa volta con Amiri. La Germania vola così in finale e il match al Dall’Ara si conclude sul 4-2 a favore dei tedeschi.

“Grease” su Canale 5 stasera: tutte le curiosità sul film cult con John Travolta e Olivia Newton-John

Il Santo del giorno 28 giugno: Sant’Ireneo di Lione