in

Germania, sparatoria alla sinagoga di Halle: “Almeno due morti e un uomo in fuga”

Attimi di paura in Germania per una sparatoria avvenuta davanti una sinagoga nel quartiere Paulus, ad Halle, una delle più importanti città della Sassonia, nell’est del Paese. Secondo le prime indiscrezioni ci sarebbero delle vittime, almeno due morti. Ad aprire il fuoco con armi automatiche una o più persone. Stando a quanto riferito dalla Bild anche una granata sarebbe stata lanciata nel cimitero ebraico.

Germania, sparatoria alla sinagoga di Halle: “Almeno due morti e un uomo in fuga”

I media locali parlano di almeno un paio di vittime. Fonti ufficiali della Polizia confermano che l’aggressore (da solo o con altri complici, questo è ancora da chiarire) è in fuga a bordo di un veicolo: «Chiediamo alle persone di rimanere al sicuro nelle loro case», ha detto un portavoce delle autorità locali tedesche. La destinazione dei fuggitivi molto probabilmente è Lipsia. Secondo quanto riportato da “Il Fatto Quotidiano” “alcuni testimoni hanno riferito di aver visto uno o due uomini vestiti con abiti militari. Un aggressore era vestito di “verde”, “da militare” con un “elmetto”, portava una “maschera” e ha sparato contro un negozio con un “mitra”. Una versione confermata anche da “Adnkronos” che cita testimoni della Bbc: “L’uomo che ha aperto il fuoco ad Halle  indossava una tuta mimetica e possedeva diverse armi”.

Oggi è lo Yom Kippur, un giorno importante per gli Ebrei

I media tedeschi scrivono anche di una seconda sparatoria a Wiedersdorf, frazione del comune di Landsberg alla periferia di Halle. Sempre stando ad “Adnkronos” sarebbe stato aggredito qui da uno degli assalitori un tassista, portato subito in ospedale. Anche la moglie di questi sarebbe stata ferita e trasportata in ambulanza. La polizia invita i cittadini a restare in casa per precauzione. Nel frattempo anche la stazione Halle è stata chiusa. Intanto a Dresda sono state rafforzate le misure di sicurezza attorno alla sinagoga e al cimitero ebraico. Secondo le ultimissime indiscrezioni l’uomo in tenuta mimetica (di cui si parlava in precedenza) avrebbe aperto il fuoco
ad Halle dopo aver preso di mira un ‘doner kebab’. «Ha lanciato qualcosa come una bomba a mano, che non è esplosa e ha aperto il fuoco con un fucile automatico. L’uomo dietro a me deve essere rimasto ucciso, io mi sono nascosto nel bagno!», questo è quanto riporta la televisione tedesca N-tv citando un testimone ancora sotto choc. Vi ricordiamo che oggi è lo Yom Kippur, ricorrenza importante per gli ebrei, che celebrano il giorno dell’espiazione.

leggi anche l’articolo —> Somalia, attacco a convoglio italiano a Mogadiscio: ipotesi attentato terroristico

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Katia Pedrotti Instagram, cucina in reggiseno: «Perché farlo svestite?»

Claudia Ruggeri su Instagram

Claudia Ruggeri irresistibile su Instagram, posa sensuale e curve “pericolose”