in

Gessica Lattuca: risultati analisi Ris scagionano ex compagno, adesso si punta su giro prostituzione

Gessica Lattuca scomparsa a Favara news: i risultati delle analisi del Ris di Messina danno ragione a Filippo Russotto e lo scagionano. L’uomo, ex compagno della 27enne nonché padre di tre dei suoi quattro figli, sarebbe risultato estraneo ai primi accertamenti della Scientifica. Le tracce ematiche trovate nel bagno della sua abitazione, infatti, non apparterrebbero alla ragazza ma si tratterebbe di due profili genetici maschili. E’ plausibile dunque che quel sangue, come asserito più volte da Russotto in diverse interviste televisive, sia riconducibile ai suoi cognati, Enzo e Salvatore Lattuca, che si ferirono nei mesi scorsi in casa sua.

Potrebbe interessarti anche —> Gessica Lattuca “Piena di lividi, il compagno la frustava”: nuove rivelazioni sconvolgenti della madre

Filippo Russotto ‘scagionato’ dalle analisi del Ris

Russotto è ad oggi l’unico indagato, a piede libero, nel fascicolo della procura di Agrigento che ipotizza il sequestro di persona e lo sfruttamento della prostituzione oltre che l’omicidio della ragazza. “Mi sono sempre professato innocente, adesso la giustizia mi ha dato ragione. Amo Gessica, è madre dei miei figli. Voglio la verità sulla sua scomparsa”, ha detto l’uomo, visibilmente sollevato da siffatte risultanze scientifiche. Il suo avvocato, Salvatore Cusumano, ha già presentato  le istanze di dissequestro per le proprietà di Russotto, ritenendo estraneo il proprio assistito a tutta la vicenda. Russotto sta infatti alloggiando presso la casa di suo fratello, poiché tutte le sue proprietà immobiliari a Favara e Naro, e i suoi mezzi di trasporto, sono stati posti sotto sequestro dalla magistratura inquirente.

Ninì Ferraro – Favara

Gessica Lattuca, si punta sulla pista della prostituzione

Accantonata la pista che portava all’ex convivente della ragazza scomparsa la sera del 12 agosto scorso, prende adesso maggiormente piede quella del giro di prostituzione che porta a Gaspare Volpe e il suo ‘factotum’ Ninì Ferraro, che intervistato dalla inviata di Quarto Grado ha negato l’assidua frequentazione con il favarese 60enne e asserito che Gessica non si prostituiva. Eppure per la Procura la 27enne sarebbe stata coinvolta in un giro di prostituzione insieme all’amica Serena Restivo. Secondo le ultime indiscrezioni, inoltre, i clienti facoltosi che per pochi euro compravano il corpo di giovani ragazze straniere e del posto, belle giovani e bisognose, sarebbero stati filmati e registrati (probabilmente a loro insaputa) e poi ricattati dalle stesse giovani donne che chiedevano loro del denaro in cambio del silenzio. Agli investigatori sarebbe stato riferito che alcune delle ragazze sarebbero state minacciate di morte dai clienti ricattati, tanto che qualcuno avrebbe avvisato le ragazze: “Se continui a ricattarmi farai la fine di Gessica”.

Leggi anche: Gessica Lattuca: la madre fa una clamorosa rivelazione e chiama in causa un uomo

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Michela Becciu

Roma: ragazza uccisa dal fidanzato in strada, orrore a Santa Palomba

Logitech offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia e all’Estero