in

Gessica Notaro sfregiata con l’acido, Tavares condannato: «Giustizia è stata fatta!»

Con un post pubblicato su Facebook, Gessica Notaro ha commentato le motivazioni della sentenza di appello che ha condannato a 15 anni, cinque mesi e 20 giorni il suo ex compagno, Edson Tavares, che, come ricorderete, il 10 gennaio 2017, l’aggredì con l’acido sfregiandole il volto. «’Nessuna frustrazione attenua la gravità’. Giustizia è stata fatta. Solamente una parola.. GRAZIE», questo il semplice messaggio della showgirl, che ha scelto di riportare una frase della sentenza e un grazie pieno a tutte quelle persone che l’hanno sempre sostenuta. La frase è stata accompagnata da un collage di due foto, fatte mesi fa, che mostrano la giovane dopo l’aggressione con il viso del tutto sfigurato.

Sfregiata con lʼacido, Gessica Notaro: “Giustizia è stata fatta, grazie”

Secondo quanto scritto dalla Corte di appello di Bologna il gesto di Tavares: «appare plastica rappresentazione di una meditata, ferma volontà di punire per sempre la vittima privandola non solo della sua speciale bellezza, ma della sua stessa identità, così da cancellarla agli occhi di chiunque, non potendola ‘possedere’ egli stesso». Un furto di identità quello dell’aggressore, questi voleva davvero privare Gessica Notaro di ogni cosa. Due anni fa lei sfilava nelle passerelle di Miss Romagna, sognava di fare la cantante e di muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo. Edson Tavares le voleva strappare il futuro, impedirle di vivere, come ha raccontato al stessa giovane in un’intervista: «Lui voleva anche levarmi la vista perché io non potessi più guardare nessun altro, perché non potessi più guardare in faccia alla vita: mi vengono i brividi ancora oggi a pensarci. Voleva cancellare tutto di me».

«Mi trucco, mi copro l’occhio con la benda di lustrini, cerco di vedermi bella. Ma i segni sul mio volto ci sono, e provo nostalgia di quello che ero!»

Come sta oggi Gessica Notaro? Come si supera un episodio così doloroso? O meglio si può voltare pagina? «Entri nel tunnel delle operazioni, delle terapie infinite. A ottobre dovrò affrontarne altre. Non è finita, vai avanti ad alti e bassi, tra voglia di reagire e disperazione. La ripresa è durissima. Io ho scelto di far vedere la mia positività, di mostrare il mio sorriso perché non volevo fare pena a nessuno, nemmeno a me stessa. Ma il percorso che devi affrontare è dolorosissimo. E non è solo un problema di cicatrici sulla pelle, di vista da recuperare: è la tua vita che è cambiata e ci devi fare i conti», ha ammesso a “La Repubblica” la giovane, che ogni giorno si confronta con le ferite interiori e con le cicatrici visibili a tutti: «Mi trucco, mi copro l’occhio con la benda di lustrini, cerco di vedermi bella. Ma i segni sul mio volto ci sono, e provo nostalgia di quello che ero. Per questo da un mese vado da uno psicologo: è venuto il tempo di farmi aiutare. Sono cambiata dentro? Sì, sto perdendo molti filtri, anche sui social ho deciso di rispondere a chi mi insulta. La mia ripresa fa piacere a tanti, sento che sono circondata da persone che mi vogliono bene. Ma nella testa di molti c’è l’idea che dovevo chiudermi in casa a fare la vittima. Non l’ho fatto, non lo farò. La mia ragione di vita è testimoniare e lottare contro la violenza alle donne. Ora sto lavorando a un progetto sulla prevenzione. Ho le spalle abbastanza larghe, lo devo anche a chi non ce la fa».

(Foto Facebook Profilo Ufficiale Gessica Notaro)

leggi anche l’articolo —> Paolo Ruffini in lacrime confessa: «Tradito mia moglie per Diana Del Bufalo? Ecco la verità!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Paolo Ruffini in lacrime confessa: «Tradito mia moglie per Diana Del Bufalo? Ecco la verità!»

Raimondo Todaro, malore a “Ballando con le stelle 2019”: ecco come sta ora il ballerino