in

Giallo di Capaci news: Guzzardo fa scena muta davanti al Gip, e resta in carcere

Giallo di Capaci ultime notizie: Giovanni Guzzardo resta in carcere, lo ha deciso il Gip dopo l’interrogatorio di garanzia per la convalida del fermo che, di fatto, non ha avuto luogo poiché l‘indagato si è avvalso della facoltà di non rispondereGiovanni Guzzardo, 46enne titolare del bar ‘Avana’ di Capaci, non ha risposto al momento del fermo e non l’ha fatto nemmeno davanti al giudice. L’uomo è stato rintracciato in un casolare di campagna abbandonato nel Palermitano e tratto in arresto lo scorso venerdì; è detenuto nel carcere “I Cavallacci” di Termini Imerese con l’accusa di omicidio e occultamento del cadavere ai danni di Santo Alario, l’uomo con il quale il 7 febbraio scorso è scomparso nel nulla da Capaci.

I due avevano riferito alle famiglie e ai colleghi di lavoro che stavano andando a Ventimiglia di Sicilia per un appuntamento. La vittima durante il viaggio in auto (alla guida il suo presunto assassino) aveva inviato diversi video-selfie su WhatsApp alla compagna, facendo capire di non sapere dove fossero diretti. Le aveva detto che l’avrebbe aggiornata quanto prima, in realtà pochi minuti dopo quella telefonata il suo cellulare si è spento per sempre. Di Alario ad oggi non ci sono tracce. Giovanni Guzzardo secondo gli inquirenti ha ucciso l’amico (che lavorava per lui al bar, esercizio sul quale secondo le indiscrezioni avrebbe avanzato delle pretese) e ne avrebbe occultato il corpo. Al momento però tace, sebbene i magistrati sperano si decida quanto prima a dare indicazioni per far ritrovare il cadavere del 42enne.

Scomparsi a Capaci clamorosa svolta: arrestato uno dei due, si cerca il cadavere dell’amico

giallo di capaci news

A seguito di una lunga e meticolosa indagine, i carabinieri hanno stanato Guzzardo, che dal giorno della sparizione avrebbe bivaccato trovando rifugio in un casolare in disuso di Montemaggiore Belsito (Palermo). I militari sono ancora impegnati nelle ricerche del cadavere di Alario. La compagna di Alario, Rosalia Sparacio, dopo il suo arresto ha subito detto: “E’ finito un incubo, adesso dica tutta la verità”. Le indagini coordinate dalla Procura di Termini Imerese e condotte in questi mesi dai Carabinieri delle Compagnie di Termini Imerese e Carini, con il supporto del Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Palermo, avevano permesso di accertare che Giovanni Guzzardo, 46enne di Caccamo, scomparso lo scorso 7 febbraio insieme a Santo Alario, 41enne palermitano, era in realtà vivo e si nascondeva nelle campagne dell’agro di Montemaggiore Belsito.

Pensioni 2018 accredito quattordicesima: quando arriva e quali requisiti per averne diritto? (INFO UTILI)

nomne

Assunzioni Rai 2018: si cercano 30 diplomati, ecco requisiti, prove, scadenza domanda (GUIDA COMPLETA)