in ,

Giallo di Pordenone, news a Pomeriggio 5: killer con parrucca visto da un testimone

Le ultime novità sul giallo di Pordenone arrivano da Pomeriggio 5. Inviato di Barbara D’Urso, oggi Giangavino Sulas ha fornito nuovi dettagli sulle indagini relative all’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi con 5 colpi di pistola mentre si trovavano in auto, nel parcheggio del Palazzetto dello Sport di Pordenone.

Teresa era alla guida, stava per accendere il motore. Il killer ha aspettato che entrambi salissero in auto e poi, avvicinandosi sul lato del passeggero, dove sedeva Trifone, ha sparato i colpi mortali. Le ultime indiscrezioni parlano di un testimone – in questo momento sotto torchio in Procura – che avrebbe raccontato agli inquirenti di aver visto qualcuno allontanarsi dopo il delitto. Non si sa se un uomo o una donna, giacché avrebbe avuto una parrucca in testa.

Gli inquirenti al momento non escludono alcuna pista, ma ne prediligono tuttavia alcune più di altre, in primis quella passionale. Al vaglio l’ambiente della palestra frequentata dalla coppia, l’ambiente dei locali notturni dove entrambi, affascinanti e prestanti e col fisico scolpito da ore di palestra, facevano i ragazzi immagine. Ancora, l’ambiente della caserma, giacché Trifone era un militare affermato. Forse l’invidia la causa scatenante del duplice omicidio di un/una potenziale spasimante respinto/a. Entrambi erano molto ammirati, Trifone ottenne anche la fascia di Mister Lignano. “Erano bellissimi e innamorati, facevano invidia a guardarli”, ha detto un’amica di Teresa, in lacrime, intervistata dall’inviata della D’Urso. Chi li ha uccisi conosceva bene le loro abitudini, orari e spostamenti.

Offerta di lavoro Ikon

Dis-Coll 2015: ecco i requisiti della domanda di disoccupazione per i co.co.pro

Filippo Inzaghi

Milan – Cagliari probabili formazioni ventottesima giornata Serie A