in ,

Giallo di Pordenone ultime news, spunta la pista della vendetta: Trifone sedò rissa tra albanesi

Pochi giorni prima di essere brutalmente assassinato insieme alla sua fidanzata Teresa, Trifone Ragone sedò una rissa tra albanesi assidui frequentatori di una sala di body building vicina al Palazzetto dello Sport dove il 29enne si allenava. A riferirlo alle forze dell’ordine un ragazzo, un atleta che frequenta la palestra: “Un pregiudicato che ogni tanto viene da queste parti mi ha detto che secondo lui Trifone è stato ucciso perché era intervenuto in discoteca a sedare una rissa fra due albanesi finiti poi in ospedale”, ha detto.

Elementi, questi, che porterebbero gli inquirenti a prendere in seria considerazione la pista della vendetta messa in atto da criminali dell’est. Per ora, tuttavia, non c’è nessun movente acclarato né qualcuno iscritto nel registro degli indagati.

Chi ha ucciso la coppia di fidanzati ha agito in maniera anomala, quasi da gangster. Sono giunti a questa conclusione i carabinieri del reparto operativo di Pordenone, le squadre speciali di Ris e Ros, due medici legali e un perito balistico al lavoro per risolvere il giallo che, al momento, è avvolto dal mistero.

Calciomercato Napoli Darmian

Torino calcio ultimissime: Darmian e Moretti convocati da Conte

Alexander McQueen, Savage Beauty

Savage Beauty: la mostra-evento per Alexander McQueen