in ,

Gianna Del Gaudio, Dna marito su arma delitto news: come ci è finito lì? Le ipotesi

Le prssime ore saranno di determinante importanza per le indagini relative all’omicidio di Gianna Del Gaudio. La strana connessione wi fi di circa 20 minuti nella villetta di Seriate, dove è avvenuto il delitto, quando l’abitazione era vuota, come anticipatovi ieri sarà oggetto di accertamenti da parte di un perito informatico.

Non solo: a momenti si saprà con certezza se il taglierino cutter rinvenuto sotto una siepe a pochi isolati dalla scena del crimine sia l’arma del delitto. Al momento l’unica cosa che si sa con certezza e che sulla lama del taglierino, nella parte che si incastra sotto l’impugnatura, vi sarebbe una traccia mista di Dna appartenente alla vittima e al marito Antonio Tizzani, unico indagato per l’omicidio. Come ci è finito lì il suo Dna se lui dice di essere innocente? C’è appunto grande attesa per la relazione dei Ris al lavoro da mesi su quella traccia genetica.

Leggi anche: Gianna Del Gaudio ultime notizie: qualcuno ha usato wi fi quando la casa era vuota, chi?

L’ipotesi investigativa in merito ritiene che Tizzani abbia maneggiato l’arma prima di uccidere la moglie, ma poi per colpire la donna avrebbe indossato i guanti. Se confermata questa ipotesi proverebbe la premeditazione dell’omicidio. Ma sono solo ipotesi: quella traccia di Dna era stata giudicata “parziale” e necessitante di ulteriori accertamenti, l’esito dei quali potrebbe arrivare ad ore.

Influenza 2017 sintomi, picco e rimedi naturali efficaci e vaccini

Influenza 2017 sintomi: rimedi naturali efficaci e vaccini, il picco diminuisce

Sci alpino, Mondiali St. Moritz 2017: date e orari del programma gare e dove vedere la diretta TV