in

Gianna Del Gaudio due anni fa l’omicidio: sgozzata in casa, ma da chi? Il killer è ancora senza nome

Gianna Del Gaudio, due anni fa il delitto. Era da poco passata la mezzanotte del 26 agosto 2016, la professoressa in pensione venne aggredita alle spalle mentre puliva i piatti dopo cena, sgozzata con un taglierino mentre il marito – Antonio Tizzani, unico indagato per il delitto – innaffiava le piante in giardino. A detta dell’uomo il killer sarebbe un un uomo incappucciato di cui però gli inquirenti non hanno trovato traccia in mesi e mesi di indagini.

TUTTO SUL DELITTO DI SERIATE: LEGGI SU URBANPOST

antonio tizzani news uomo incappucciato

Ora si è giunti agli sgoccioli e Antonio Tizzani, ferroviere in pensione, si dichiara innocente ed estraneo ai fatti. dice di non temere il possibile rinvio a giudizio e se dovesse essere processato ripeterebbe sempre la stessa versione dei fatti. “Vorrei sapere chi è stato, ma non lo so. Forse era qualcuno che cercava soldi”, dice del fantomatico uomo incappucciato che dopo avere accoltellato la moglie lui avrebbe visto darsi alla fuga nel buio della notte. Nella villetta dell’omicidio a Seriate non è stata trovata traccia di estranei ma solo di chi la frequentava.Antonio Tizzani nuove dichiarazioni

Esaminato anche il cutter da elettricista ritrovato nell’ottobre successivo sotto una siepe a pochi isolati dalla casa dei Tizzani. L’arma è “astrattamente compatibile” con la profonda ferita sul collo della vittima, sulla lama rinvenute tracce del sangue della vittima e di un profilo genetico sconosciuto che potrebbe essere quello dell’assassino. Ma si tratta solo di un labile indizio. A ottobre scadrà la proroga alle indagini ottenuta dal pm Laura Colucci e c’è il rischio che Tizzani venga processato“Dirò che sono innocente. Gianna mi manca, sono rimasto nella nostra casa”. Tizzani di fronte all’ipotesi di un processo dice: “Mi manderanno a processo? Ma con quali prove? E comunque sarebbe per me l’occasione per ribadire quanto ho sempre detto, ovvero che sono innocente e che non ho ucciso io mia moglie Gianna”. Dice la verità? E’ ancora un mistero. E intanto a due anni dai fatti il delitto della povera Gianna è ancora senza un colpevole.

Florida, sparatoria a torneo di videogame a Jacksonville: ci sono morti e feriti

Film romantici: «Uccidono il desiderio negli uomini e accendono quello delle donne!»